Preparare la pelle al sole

Dopo mesi di copertura invernale, finalmente la pelle può esporsi al sole. Per ottenere una splendida abbronzatura senza rischi di eritemi e scottature, è bene seguire alcune regole. Soprattutto prima di esporsi.

Cosa fare prima

- Applicare ogni sera almeno un mese prima di prolungate esposizioni solari un siero concentrato specifico per preparare la pelle (principi attivi contenuti: echinacea, quercia, ippocastano, aminoacidi da collagene, idrolizzati di RNA, fibronettina, acido ialuronico);
- utilizzare due volte al giorno una crema idratante /nutriente;
- utilizzare una volta al giorno un cosmetico contenente AHA(alfa-idrossi-acidi quali: acido glicolico, lattico, malico) e BHA (beta-idrossi-acidi: acido salicilico), per levigare lo strato corneo, stimolare la produzione dei fibroblasti (precursori delle fibre elastiche del derma) e idratare in profondità la pelle;
- applicare ogni mattina un prodotto contenente filtri schermanti UVA-UVB per proteggere la pelle dai danni derivanti dai raggi ultravioletti e dall'inquinamento atmosferico;

Queste norme, specifiche per la pelle del viso, si rivelano utili anche per il corpo.

Gli imperativi sono: idratare, perchè una pelle con un alto tasso di acqua trattiene meglio la melanina; e esfoliare, poichè una pelle liberata dalle cellule morte assorbe meglio i raggi solari, si abbronza più in fretta e in maniera omogenea. A tal scopo utilizzate un prodotto microg+ranuloso (scrub e gommage); oppure strofinatevi sotto la doccia con il guanto di loofah.

Per aumentare le difese della pelle, è bene assumere almeno un mese prima dell'esposizione, integratori a base di beta-carotene, acido lipoico, vitaminA, C ed E, che oltre a proteggere la pelle dagli effetti degli antiossidanti, aiutano il corpo a produrre più melanina, intensificando lil colore.
Esistono inoltre in commercio creme in grado di stimolare la produzione di melanina, che vanno applicate quotidianamente almeno una settimana prima dell'esposizione.

Ovviamente la pelle va nutrita anche dall'interno. La dieta giusta per il sole è a base di: betacarotene (frutta e verdura di colore arancione o a foglia verde scura); vitamina A (formaggi burro e uova); vitamina E (oli vegetali e frutta secca, germe di grano) e vitamina C (fragole, Kiwi, arance, ribes): bloccano l'azione dei radicali liberi che ossidano la pelle e la fanno invecchiare precocemnte. La Vitamina C è anche un eccellente lenitivo cutaneo. Importantissimi inoltre gli acidi grassi, Omega 3 (salmone, tonno, sardine, aringa e sgombro): proteggono l'integrità delle membrane cellulari e preservano la compattezza e l'elasticità dell'epidermide.

Per quanto riguarda i prodotti solari, è importante che contengano filtri per i raggi UVB (responsabili delle scottature) e per gli UVA (responsabili dell'invecchiamento precoce). Non ci si stancherà mai di ripetere che per le prime esposizioni bisogna utilizzare un fattore di protezione elevato.

Applicate la crema solare almeno 20 minuti prima dell'esposizione per poi proseguire con regolarità ogni due ore, e dopo ogni attività (come sport, docce e bagno in mare). Per dimezzare i tempi dell'applicazione si può optare per i prodotti waterproof, dotati di una lunga durata: vanno applicati solamente una due volte al giorno poichè non vengono sciolti dall'acqua o dal sudore, e il loro filtro permane sulla pelle fino alla naturale eliminazione. (6 – 9 ore).

Fonte.Beauty Land

Condividi questo articolo