Preparariamoci alla primavera con il succo di noni

Il maltempo sembra non darci tregua, la primavera tarda a fare il suo ingresso trionfale ma niente paura, ormai è una questione di giorni, a breve il sole inizierà a scaldare e ahimé ci sentiremo più stanchi e spossati.

 

Diremo: “Colpa della primavera!”. Ma forse non è solo colpa della primavera ma nostra che non ci siamo ancora depurati, disintossinati (eh sì perché più che disintossicarci dobbiamo disintossinarci!).

Attenzione, però, perché non tutti possiamo disintossinarci allo stesso modo: non tutti, infatti, abbiamo la stessa costituzione e la stessa energia vitale. Ad esempio per un soggetto magro e gracile, probabilmente si renderà necessaria una cura ricostituente prima che disintossicante. Chi invece ha una corporatura robusta può attivarsi sin da subito per depurare il proprio organismo.

Come si depura l'organismo? Innanzi tutto bevendo molta acqua e seguendo unadieta priva di zuccheri raffinati, cereali raffinati, grassi animali ma ricca di frutta, verdura, carne bianca e pesce. A seguire possiamo sfruttare le virtù di piante come la betulla, il carciofo, l'asparago, meglio se in sinergia per una migliore e più efficace azione drenante e depurativa.

Chi però necessita di maggiore energia vitale, è bene che prima si ricarichi con altri integratori, come ad esempio il succo di noni o anche la spirulina.

Oggi parliamo di succo di noni.

Il noni (Morinda Citrifolia) è originario delle isole del Sud Pacifico dove da anni viene utilizzato come panacea per tutti i mali. Effettivamente il noni grazie al suo frutto ricco di vitamina C, antiossidanti e aminoacidi è un potente ricostituente indicato per i periodi di maggiore stress. Viene utilizzato con successo per combattere le somatizzazioni dovute a un carico eccessivo di stress, come la sindrome del colon irritabile, le gastriti, le dermatiti, il mal di testa.

Il noni, inoltre, agisce sul sistema nervoso e su quello immunitario andando quindi a migliorare, e a lungo andar e anche risolvere, disturbi come come le allergie, l'artrite, l'ipertensione arteriosa.

Il noni lo si trova in erboristeria in capsule o meglio ancora in forma di succo da assumere per un mesetto circa nella misura di 2 cucchiai da tavola al giorno corrispondenti a circa 25 g di puro succo, preferibilmente a stomaco vuoto.

da Anita Richeldi

blogosfere.it

Condividi questo articolo