Quattro ruote all'aria aperta

Se volete affittare un camper, il primo passo è andare in agenzia. Potete ricevere alcune informazioni per telefono, ma per un preventivo scritto dovete essere presenti di persona. Il noleggio ha un costo che può essere compreso fra i 1.600 e i 2.300 euro, se parliamo di un mezzo per quattro persone, da noleggiare nelle ultime due settimane di agosto. Tenete presente che i prezzi variano, anche di molto, in base al tipo di veicolo richiesto e alla stagione vacanziera.

Il preventivo

Prima di decidere, è opportuno esaminare più preventivi. Poiché spesso i modelli di contratto proposti sono diversi, per fare un confronto utile dovete basarvi su alcuni dati fissi.

Chilometraggio illimitato o limitato. Il noleggio può essere concesso a chilometraggio illimitato, se il conducente può viaggiare quanto desidera senza alcun limite, oppure a chilometraggio limitato. Nel caso si scelga il noleggio a chilometraggio limitato, viene previsto il pagamento di un prezzo aggiuntivo per ogni chilometro in più rispetto a quanto riportato nel contratto di noleggio.

Nel prezzo del noleggio è sempre compreso il costo dell'assicurazione per la responsabilità civile. Molte agenzie includono nella tariffa base anche una copertura per il furto oppure quella per i danni. La tutela è fornita al conducente e a ogni altro guidatore autorizzato: familiari e persone trasportate. Ricordate di far includere nel contratto tutte le persone abilitate alla guida. è importante anche che verifichiate i massimali.

Altri fattori possono incidere sul prezzo:

la stagione: i prezzi cambiano a seconda che il noleggio avvenga in alta, bassa o media stagione. Attenti: ogni agenzia ha le proprie date;

l'età del conducente (supplemento per i minori di 21 o di 25 anni);

l'autorizzazione alla guida per una seconda persona;

le tutele assicurative supplementari;

l'equipaggiamento addizionale (catene da neve, porta bici, aria condizionata, accessori per la cucina e il bagno…);

la consegna o riconsegna in aeroporto o in una stazione ferroviaria.

Il contratto

Prima di firmare il contratto verificate che siano riportati tutti i dati essenziali: il giorno del ritorno e l'ora della riconsegna, il prezzo, le coperture supplementari. Prestate attenzione, perché eventuali errori possono tradursi in penali o spese supplementari. Se volete riconsegnare il mezzo in un luogo diverso da quello della presa in consegna, informatevi per sapere se è possibile e quanto costa in più. Se poi volete superare il confine, è bene informare l'agenzia, perché per alcuni Stati è necessario avere l'autorizzazione.

Verificate anche lo stato del camper: dopo esservi fatti spiegare il funzionamento di ogni attrezzatura (riscaldamento, doccia, scarichi, cucina…), controllate le condizioni della carrozzeria e dell'interno. Nel caso riscontriate qualsiasi anomalia fatela segnare sul contratto. Fate attenzione, poi, alle dotazioni di bordo: ruota di scorta, cric, estintore… Ricordate, infine, di controllare il livello di carburante e olio, oltre alla presenza di accessori domestici in dotazione (per esempio piatti, bicchieri e stoviglie), così da potervi organizzare per quelli che mancano.

In viaggio

Durante il noleggio dovete rispettare i limiti di carico e di uso e non trasportare più passeggeri di quelli consentiti. Controllate periodicamente il livello dei liquidi nel motore (per esempio l'olio dei freni) e provvedete in caso di necessità. Per queste operazioni potrete chiedere il rimborso, presentando le ricevute (solitamente è previsto dal contratto). Pur sperando che tutto fili liscio, potrebbero verificarsi eventi inattesi.

Guasti. è meglio non far fare riparazioni di propria iniziativa, perché si corre il rischio di non essere rimborsati. Tenete sempre a portata di mano il numero del servizio di assistenza. Oltre ai dati personali, dovrete comunicare all'assistenza il numero del contratto, il tipo e il modello del veicolo, la targa, la stazione di noleggio dove il veicolo è stato ritirato, il tipo di assistenza richiesta, il recapito locale. Se il contratto che avete firmato prevede che siate voi a far riparare il mezzo incidentato o guasto, è comunque consigliabile chiedere il consenso del proprietario prima di intervenire. Ricordate sempre di farvi rilasciare le fatture, per avere il rimborso, e di farvi riconsegnare il pezzo sostituito. Attenzione: sono quasi sempre esclusi dal rimborso le forature e lo scoppio dei pneumatici.

Smarrimento chiavi. Se smarrite le chiavi fate immediatamente denuncia alla polizia. Alcuni contratti, oltre alla penale, prevedono di prolungare il canone di noleggio fino alla restituzione delle chiavi o alla presentazione della denuncia.

Incidente. In base al contratto dovete immediatamente denunciare alla polizia e comunicare alla società di noleggio, entro le 24 ore successive, qualsiasi incidente stradale, furto o danneggiamento. Avete l'obbligo di redigere una dichiarazione da cui emerga la dinamica dell'incidente. Inoltre, se c'è un'altra persona coinvolta, è necessario redigere insieme a lei il Cid (la cosiddetta “constatazione amichevole”). In caso contrario, sarete ritenuto responsabile per il costo della riparazione del danno del veicolo noleggiato.

La riconsegna

Dovete riconsegnare il veicolo pulito, senza vostri oggetti, con i serbatoi di recupero (toilette) svuotati. In caso contrario il noleggiatore vi addebiterà il costo di queste operazioni.
Poiché la benzina è a vostro carico, dovete seguire le indicazioni previste nel contratto (con il pieno o con un altro livello indicato). Non aspettate l'ultimo momento per fare rifornimento e tenete presente che i distributori vicini agli autonoleggi sono spesso più cari.

Non consegnate il veicolo in ritardo: questo potrebbe comportare penali pari al doppio del costo giornaliero. Inoltre, poiché la copertura assicurativa vale solo per il periodo indicato nel contratto, qualsiasi danno provocato al veicolo o a terzi fuori dai tempi stabiliti ricadrà interamente su di voi.

Per evitare disguidi, annotate gli orari delle stazioni di noleggio, perché di norma non fanno orario continuato. è possibile modificare il giorno della restituzione, facendo richiesta alla società di noleggio entro i termini previsti (da tre a un giorno prima). Chiedete conferma scritta dell'autorizzazione. Potete farvi inviare un fax a un phone center.

Il controllo finale

Non tutte le agenzie effettuano il controllo del veicolo in presenza del cliente: per evitare che vi vengano addebitati danni di cui non siete responsabili, vi consigliamo di far constatare sempre le condizioni del camper al momento della riconsegna, in vostra presenza. Ricordatevi di farvi restituire subito la cauzione. Chiedete la fattura di pagamento o una ricevuta con le voci di spesa, per poter contestare immediatamente eventuali addebiti errati imputati a danni, chilometri percorsi in eccesso, costi per il ripristino del carburante.

Occhio a…

Durata del noleggio. In base alla stagione, viene spesso fissata una durata minima del noleggio. Se rientrate prima del previsto non avete diritto ad alcun rimborso. Prenotazione. Non aspettate l'ultimo momento. Il veicolo va prenotato con anticipo. In particolare in alta stagione è necessario farlo almeno un mese prima. Se invece dovete noleggiare un mezzo per il week-end, alcune agenzie accettano le prenotazioni solo nella settimana di partenza. Informatevi anche su tempi e modi di pagamento: al momento della prenotazione è richiesto un anticipo che va dal 30 al 40% del prezzo del noleggio. Il saldo è spesso richiesto prima della partenza. Cauzione. Al momento del ritiro è richiesta una cauzione che va da 500 a 1.500 euro per coprire eventuali danni o per l'eccedenza chilometrica. La cifra viene solitamente restituita alla riconsegna o qualche giorno dopo. Scegliete le agenzie che restituiscono il denaro subito. Posti indicati. Ricordate che i posti indicati sono di norma i posti letto, non quelli per il viaggio. Su un mezzo da sette posti si può viaggiare in sei. Scelta del veicolo. Se stipulate il contratto di noleggio mesi prima della vostra partenza, dovete sapere che non prenotate un veicolo specifico, bensì fissate solo la marca, il modello e la motorizzazione, ma mai la targa. Può accadere, dunque, che il veicolo che avete visto al momento della prenotazione non sia lo stesso che vi sarà consegnato prima di partire. I contratti, infatti, prevedono la possibilità per il noleggiatore di consegnare un “veicolo equivalente”. è perciò importante stabilire in fase di contratto quali sono le caratteristiche che vi interessano.

Spese per il cliente

Anticipo. Lo versate in parte alla prenotazione e in parte prima della partenza.

Cauzione. La pagate al ritiro del camper e vi verrà restituita alla riconsegna.

Carburante. Se al termine del noleggio il carburante ha un livello inferiore a quello con il quale siete partiti, vi sarà applicata, oltre al prezzo del pieno, anche una penale.

Eventuali multe. Pulizia. Se non riconsegnate il camper pulito e con i serbatoi di recupero svuotati, vi addebiteranno il costo di queste operazioni.

Ritardi nella consegna. La copertura assicurativa vale solo per il periodo indicato nel contratto: i danni provocati dopo la scadenza ricadranno su di voi. Se riconsegnate il camper in ritardo, dovrete pagare una penale.

Spese per il noleggiatore

Assicurazione. I noleggiatori hanno l'obbligo di fornire l'assicurazione per la responsabilità civile, il cui costo è incluso nel canone di noleggio (quindi viene scaricato sul cliente). Rabbocco di liquidi o guasti. Per queste operazioni (per esempio, per il rabbocco dell'olio del motore), eccetto che per forature o scoppio di pneumatici, il noleggiatore ha il dovere di rimborsarvi. Incidente stradale, furto, danni. Le spese sono a carico del noleggiatore a patto che voi denunciate il fatto alla polizia e lo comunichiate alla società di noleggio entro le 24 ore successive. In caso contrario, se venite coinvolti in un incidente stradale sarete ritenuto responsabile per il costo della riparazione del danno arrecato al veicolo noleggiato.

Glossario

& lt;P>Autocaravan.
Sono chiamati in questo modo tutti gli autoveicoli a motore dotati di una speciale carrozzeria e attrezzati in modo permanente per il trasporto e l'alloggio di un massimo di sette persone, compreso il conducente. Rientrano in questa categoria camper, motorcaravan, motorhome, semintegrali.

Camper. è un furgone termicamente isolato, con arredi, finestre, impianti necessari alla vita di bordo, tetti rialzabili oppure rialzati.

Caravan. è quella che viene definita comunemente “roulotte”, ossia un rimorchio attrezzato per il campeggio.

Motorcaravan o mansardato. è costituito da un abitacolo arredato e completo di mansarda unita alla cabina di guida. La cellula abitativa prosegue fin sopra la cabina, dove ci sono letti aggiuntivi.

Motorhome. All'interno della categoria dei veicoli da vacanza sono da sempre considerati i più lussuosi: la cabina di guida è tutt'uno con l'abitacolo.

Semintegrale o profilato. è un abitacolo arredato privo di mansarda, unito alla cabina di guida. è di norma più basso rispetto alle altre tipologie: al posto della mansarda è presente un vano usato per disporre i pensili.

Parcheggio e sosta

Il camperista può fermarsi in tutti i luoghi in cui è ammessa la sosta degli altri veicoli.
La sosta dei camper non è considerata campeggio: è consentita se il veicolo poggia sul terreno solo con le ruote e non emette deflussi (salvo quelli del motore). Nel caso di sosta o parcheggio a pagamento ai camper si applicano tariffe maggiorate del 50% rispetto alle autovetture. è vietato lo scarico dei residui organici e delle acque su strade e aree pubbliche al di fuori di appositi impianti di smaltimento igienico-sanitario. In caso contrario la multa va da 78 a 311 euro.

& lt;P>I pro e i contro del noleggio

Se volete provare l'ebbrezza di una vacanza “on the road”, senza accollarvi tutto l'impegno che comporta l'acquisto di un camper, la soluzione del noleggio è l'ideale. Considerate, tuttavia, che come sempre ci sono alcuni pro e contro da prendere in esame. Il noleggio è interessante se usate il veicolo poche volte all'anno e volete un mezzo che sia sempre in buone condizioni di manutenzione e sicuro. Diversamente da chi sceglie l'acquisto, non dovrete affrontare i costi dell'investimento iniziale, pagare le tasse annuali, occuparvi della manutenzione, trovare e pagare il rimessaggio, ossia un luogo dove poter parcheggiare per un tempo più o meno lungo il vostro mezzo. Inevitabili alcuni svantaggi: la fatica di allestire l'equipaggiamento di bordo alla partenza e scaricare il tutto al rientro, prima della riconsegna, e il dover rinunciare ad alcuni accessori come l'antenna parabolica per la tv o la tenda a veranda.

Fonte. altroconsumo.it

Condividi questo articolo