Scoperte le molecole dell'amore: si riducono dopo un anno

L'amore romantico e passionale, per quanto profondo possa essere, si assopisce già dopo un anno dall'inizio della storia.



Lo spiegano i ricercatori del Centro Interdipartimentale for Research in Molecular Medicine (CIRMC), presso l'Università di Pavia: la passione iniziale, cui inevitabilmente lascia il posto un sentimento più stabile ma meno intenso, è guidata dall'NGF, il fattore di crescita nervoso scoperto dal Nobel Rita Levi Montalcini.

La ricerca è stata pubblicata sul numero di novembre della rivista Psychoneuroendocrinology. Euforia, felicità ma anche dipendenza, sono segni emotivi caratteristici dell'amore sbocciato. Quando la relazione va avanti a questi sentimenti segue il consolidamento del rapporto e la passione iniziale scema. Ciò sembra corrispondere a cambiamenti consistenti della chimica del cervello (neurochimica), e in particolare l'attenzione dei ricercatori si è focalizzata su queste una serie di molecole: NGF, NT-3, NT-4 e BDNF.

La misurazione della concentrazione plasmatica di queste molecole ha rilevato dati completamente diversi tra novelli innamorati, coppie stabili e single.


Fonte: Ansa

Condividi questo articolo