Standby, CTCU: in bolletta pesano fino a 90 euro in un anno

Spegnendo tutti gli standby degli apparecchi elettronici di casa si risparmiano fino a 90 euro in un anno. Tra televisori, stereo, computer, consolle per i piccoli (e per i grandi) ed elettrodomestici vari, le nostre case consumano molta più energia elettrica rispetto al passato.

Una parte di questo consumo, e soprattutto una parte dei costi, può essere ridotto facendo attenzione agli standby: non è il consumo in standby  di un singolo apparecchio, ma la loro somma a far lievitare la bolletta. Il Centro Tutela Consumatori e Utenti ha calcolato che una famiglia media può arrivare a spendere 90 euro in più in un anno.

Ad esempio, un televisore LCD di 4-7 anni di età, se resta in standby 20 ore al giorno, in un anno costa in bolletta 25 euro in più; se il televisore è al plasma la spesa si raddoppia (fino a 57 euro). Impianto stereo, videorecorder e notebook se restano in standby per 23 ore al giorno& amp;nbsp;fanno aumentare i costi in un anno di altri 54 euro (18 euro ad apparecchio).  I consumi di uno scanner in standby costano 24 euro in un anno e quelli di una stampante per foto fino a 15 euro. La somma di tutti questi consumi “inutili” non è risibile.  

Questo surplus di spesa può essere eliminato in semplici mosse, ma attenzione perché non tutti gli apparecchi svelano (ad esempio con luci rosse o verdi) che stanno attualmente consumando energia. La prima cosa da fare è staccare dalla rete gli apparecchi non in uso; in commercio ci sono anche alcuni ausili alternativi che aiutano ad evitare gli standby: dall'evita-standby” per la TV o per lo schermo alla prolunga “a ciabatta” con interruttore (eventualmente con elimina-standby integrato), dal set di interruttori telecomandabili ai vari timer. 

Ci sono dei misuratori dei consumi di energia con cui ci si può rendere conto di quanto sia il il consumo in standby degli elettrodomestici: è possibile noleggiarlo gratuitamente per una settimana, dietro pagamento di una cauzionie, presso il CTCU a Bolzano e Brunico prenotando via telefono allo 0471-941465 (lun e gio, ore 10-12 e 16-18); e allo 0474-551022 (lun ore 9-12 e 14.30-18, mar e gio 9-12). Dietro prenotazione si possono fissare anche consulenze personalizzate. Informazioni gratuite sono inoltre disponibili nei vari fogli informativi e nelle FAQ ” domande frequenti sul sito del CTCU www.centroconsumatori.it .

Condividi questo articolo