Stirare senza troppa fatica

Ferri da stiro classici Un po' di abilità ci vuole per stirare bene, ma anche il ferro da stiro fa la sua parte. Per questo un modello non vale l'altro. Per aiutarvi a scegliere, abbiamo messo alla prova 10 ferri da stiro a vapore classici con serbatoio incorporato. In commercio sono disponibili anche i ferri da stiro con caldaia separata e, grazie ai numerosi test che abbiamo svolto in questi anni su entrambi i tipi di ferro da stiro, possiamo affermare che la qualità della stiratura è simile. L'unica differenza è sui tempi. Con un ferro da stiro classico ci vuole più tempo per stirare perché occorre spegnere il ferro per rabboccare l'acqua nel serbatoio e, soprattutto, esce meno vapore rispetto al ferro con caldaia separata. Però questi ultimi costano molto di più. La scelta spetta a voi. Tutto dipende anche dalla quantità di indumenti che stirate ogni giorno.

L' indispensabile

In tabella trovate solo le caratteristiche che consideriamo importanti per un ferro da stiro.

Peso. è uno dei fattori che influisce sulle prestazioni. Un ferro leggero è più maneggevole, ma se è pesante stirerà meglio perché maggiore è la pressione sul tessuto. Consigliamo un ferro che con il serbatoio pieno d'acqua pesi circa 1,5 kg.

Serbatoio dell'acqua. Più grande è il serbatoio, meno volte bisogna fermarsi per ricaricarlo. Tenete conto che tra i 200 ml di Rowenta e i 334 ml di Imetec non c'è molta differenza: dovrete comunque fermarvi più volte per riempire di nuovo il serbatoio se avete molta biancheria da stirare. Il serbatoio va trattato con cura per evitare che vi si accumuli calcare. Un modo potrebbe essere quello di utilizzare solo acqua distillata; tuttavia molti produttori lo sconsigliano, perché potrebbe contribuire a corrodere alcune parti del ferro. In generale, se non ci sono altre indicazioni da parte del produttore, conviene usare acqua del rubinetto da miscelare con acqua distillata solo se è molto dura.

Super vapore. Il flusso di vapore è molto importante per una buona stiratura. Soltanto Jura non ha la regolazione manuale del flusso. Per tutti gli altri modelli, consigliamo di tenere il getto di vapore regolato al massimo; infatti, per una buona stiratura, è più importante la quantità di vapore piuttosto che il numero di fori presenti sulla piastra. Tutti i modelli sono provvisti sia del tasto “super vapore” (un getto intenso, ma limitato nel tempo) sia di un vero e proprio spray, una sorta di vaporizzatore utile soprattutto per le pieghe più ostinate.

Blocco antigocciolamento. Con questa funzione il ferro non perde gocce d'acqua se la temperatura scende (ad esempio se si abbassa il termostato per stirare la seta).

Giudizio dotazioni. In tabella solo Jura prende un giudizio negativo. I motivi sono diversi: il ferro è privo di un sistema anticalcare e non ha l'antigoccia.

Olio di gomito e il ferro giusto

Per stirare bene ci vuole una certa abilità nel saper prendere dal verso giusto camicie, pantaloni e vestiti, unita a un ferro da stiro che consenta una buona stiratura anche a chi non è molto pratico.

Test pratico di stiratura. Abbiamo chiesto a un gruppo di consumatori non professionisti della stiratura, ma che usano abitualmente il ferro, di stirare una gonna, un paio di pantaloni, una tovaglia e una camicia di cotone. In questo modo abbiamo potuto valutare tempo e qualità della stiratura, in altri termini le prestazioni. Per i primi tre capi l'obiettivo è stato quello di raggiungere un risultato accettabile nel minor tempo possibile. La seconda parte del test pratico riguardava solo la qualità, quindi la camicia è stata stirata cercando di ottenere il miglior risultato possibile, senza badare al tempo impiegato. Le valutazioni finali sono espresse in tabella nella colonna indicata sotto la voce “test pratico di stiratura”. In generale, le prestazioni sono buone o sufficienti, ma nessun modello si aggiudica una valutazione ottima. Le prestazioni di un ferro da stiro a vapore dipendono da diversi fattori come il peso, la temperatura (più alta è, più è facile eliminare le pieghe) e l'umidità del capo: un indumento leggermente umido è più facile da stirare rispetto a uno completamente asciutto.

Durata di vita. è una delle prove che maggiormente ha influenzato i nostri giudizi finali. I modelli sono stati sottoposti a una prova di resistenza nel tempo (250 ore di funzionamento, pari più o meno a 4 ore di stiratura la settimana per poco più di un anno). Tre modelli hanno preso un giudizio mediocre e ben due una valutazione pessima: non hanno superato le 250 ore previste, mostrando vari guasti (come la perdita di calore) o un getto di vapore inferiore ai 5 grammi al minuto (limite minimo di un corretto funzionamento).

Facilità d'uso. Il giudizio riguarda, tra le altre cose, la maneggevolezza, la facilità con cui si riempie, svuota e pulisce il serbatoio, la visibilità del livello dell'acqua, la regolazione del termostato e, infine, la scorrevolezza sul tessuto. Nessun problema tranne che per Jura con il quale è difficile vedere il livello dell'acqua nel serbatoio, non è ergonomico (quindi usarlo è faticoso) e non è facile da pulire.

Sicurezza. Nessun rischio con i ferri da stiro testati: hanno superato ogni prova effettuata in base alle severe norme europee.

Istruzioni. I libretti di istruzione sono importanti soprattutto per la manutenzione e la sicurezza. In tabella, in due casi sono insufficienti perché incomprensibili, soprattutto quando descrivono come risolvere i problemi ed eseguire la manutenzione.

Occhio al prezzo

è possibile comperare un ferro da stiro a vapore classico di buona qualità spendendo circa 40 euro, come dimostra il nostro test: infatti il migliore dal punto di vista tecnico e del rapporto qualità-prezzo è Rowenta. Il ferro da stiro più costoso del test, Jura (ben 90 euro), non ha ottenuto una valutazione sufficiente. Quindi, lo ribadiamo ancora una volta, non vale la pena spendere molto per un ferro da stiro pensando così di assicurarsi la qualità. Le differenze di prezzo su uno stesso prodotto (a volte anche rilevanti) dipendono dal punto vendita nel quale si fa l'acquisto. A questo proposito vi segnaliamo che sul nostro sito (www.altroconsumo.it) trovate la banca dati sui prezzi che vi segnala il punto vendita dove trovare le offerte più convenienti dei prodotti presenti nel test.

Miglior acquisto

Alla fine sono pochi i modelli che si meritano una valutazione pienamente positiva: questo significa che in fatto di prestazioni solo due modelli del test assicurano tempi brevi di stiratura e una buona qualità. Non ci sono problemi per quanto riguarda la sicurezza e la facilità d'uso mentre non sempre le istruzioni sono chiare. Un aspetto davvero negativo è che la metà dei modelli ha vita breve, ossia i primi guasti compaiono dopo circa 200 ore di funzionamento.
Il Migliore del Test e il Miglior Acquisto è Rowenta Actisteam DZ2020 (39-50 euro). La nostra Scelta Conveniente è Ariete 6204 (19-25 euro).

Fonte: altroconsumo.it

Condividi questo articolo