Test sui detersivi Delicati solo con le macchie

Il maglione di lana cui siamo affezionati, la camicia di seta costata una fortuna sono in mani sicure in lavatrice con un detersivo delicato? Per rispondere abbiamo testato 12 prodotti di questo tipo. Partiamo prima di tutto dall'etichetta. Da tre anni ormai le confezioni dei detersivi devono riportare chiaramente in etichetta le istruzioni per il corretto dosaggio in base alla durezza dell'acqua e al grado di sporco del bucato.

Le dosi devono essere indicate in millilitri oppure in grammi. Inoltre, ci deve essere la composizione del detersivo, in particolare gli enzimi, i disinfettanti, gli sbiancanti ottici e i profumi e, se presenti anche in piccole quantità, le fragranze allergizzanti.

Un bel cocktail chimico dannoso soprattutto per l'ambiente.

L'indicazione del tipo di plastica con cui è realizzata la bottiglia non è sempre riportata sulla confezione dei detersivi analizzati nel test, ma tenete presente che tutti i flaconi possono essere riciclati nei bidoni della plastica.

Non rovinano i colori

Abbiamo lavato in lavatrice diversi tessuti in lana e seta a 30°C, sporcati con le macchie più comuni: olio, sugo, frutta, rossetto, caffè, cioccolato e così via. E abbiamo valutato anche il rispetto dei colori e dei tessuti. I risultati sono visibili in tabella (a pag. 38).

·        Per quanto riguarda le macchie compare qualche giudizio buono, ma in generale i capi delicati non escono smacchiati dalla lavatrice. Nessuno dei detersivi del test riesce a togliere bene le macchie di caffè, ma anche su altre macchie (rossetto, burro e latte) non sono efficaci. In realtà, di fronte alle macchie potete pretrattare i capi con il sapone di Marsiglia oppure se si tratta di un capo importante, ad esempio un completo per l'ufficio in lana, la cosa migliore è rivolgersi a una tintoria. Questi detersivi delicati vanno bene solo se si devono rinfrescare i capi in lana e seta.

·        I prodotti del test non rovinano i colori. Le prove per giungere ai giudizi che trovate in tabella sono state fatte lavando i tessuti colorati in lavatrice per dieci volte e poi misurando il grado di colore confrontandolo con quello presente prima dal lavaggio. Come si vede in tabella i giudizi sono nella maggior parte buoni od ottimi, solo un prodotto (Perlana) va male.

·        Un problema che si presenta sempre quando si decide di lavare maglioni o pantaloni in lana in lavatrice è l'infeltrimento che effettivamente rovina i capi.

Di chi è la colpa? Della lavatrice o del detersivo? Un po' di tutti e due. Con i detersivi delicati, tutti i prodotto raggiungono la sufficienza: i capi non escono infeltriti.

Ambiente e detersivi: la coppia che scoppia

La lavatrice che lava senza detersivo, prodotta da un'azienda di elettrodomestici, esiste. Quando sarà in commercio la testeremo e vi faremo sapere se funziona, per ora ci dobbiamo rassegnare a introdurre il detersivo insieme alla biancheria. Questo significa continuare a inquinare l'ambiente.

Analizziamo imballaggio e sostanze chimiche dei detersivi. In tabella trovate il giudizio complessivo sull'impatto ambientale: come si vede nessuno si salva.

Abbiamo considerato: la quantità di detersivo necessaria per ogni lavaggio, le sostanze chimiche utilizzate e la quantità di imballaggio per dose di prodotto.

Per valutare l'impatto ambientale del flacone di plastica, abbiamo diviso i grammi di plastica della confezione per il numero dei lavaggi. Il risultato migliore è quello che conta meno plastica per ogni dose di lavaggio. Per ritornare alla quantità di plastica, per ogni bucato si calcoli dai 2 ai 6 grammi di plastica che pesano sull'ambiente. Tra le confezioni da un litro, Carrefour ha la quota più bassa, 3,2 grammi, mentre Spuma di Sciampagna è la confezione che inquina di più, 5,9 grammi per dose. Ovviamente ad aver il minor impatto ambientale sono due confezioni da 2 litri, Dexal e Formil, entrambi marchi di catene discount. Quindi, il consiglio per chi ha molti capi delicati da lavare è di acquistare confezioni grandi per ridurre il più possibile l'impatto ambientale del flacone in plastica.

La quantità di sostanze chimiche che si riversano nei mari e nei fiumi a causa dei detersivi utilizzati per lavatrici, lavastoviglie, pulizia della casa è davvero enorme. Basti pensare che nel 1998 in Europa sono stati prodotti 3.100.000 tonnellate di polvere detergente per uso domestico. In parte l'acqua di scarico viene depurata, ma una quantità di sostanze chimiche non biodegradabili comunque riesce ad inquinare l'ambiente.

Nel caso dei detersivi, alcuni tipi di tensioattivi e di fosfati non sono più utilizzati e questo è stato un passo avanti per la salvaguardia dell'ambiente. Ma il problema resta.

Abbiamo prima stilato una lista di sostanze “nemiche& quot; dell'ambiente e le abbiamo cercate nei prodotti e in base a quanto trovato abbiamo dato la nostra valutazione su questo aspetto.

Come abbiamo visto, le cose vanno male anche per questi detersivi che rispettano i tessuti. Una formulazione delicata sulle fibre, non lo è altrettanto con l'acqua, quindi usiamo questi prodotti con parsimonia.

Aggressivi con l'ambiente

Che un detersivo delicato rispetti l'ambiente è un luogo comune. Lo è con i capi delicati perché la formula non contiene sostanze chimiche troppo aggressive per tessuti e colori, ma questo non significa inquinare meno degli altri detersivi.

Vi diamo solo alcuni esempi.

·        Di solito in questi detersivi delicati si utilizza il perborato, al posto del percarbonato, più nocivo per l'ambiente.

·   & amp;nbsp;    In due prodotti del test sono state trovate tracce di formaldeide (Dexal) e di triclosan (Coop), sostanze che andrebbero limitate al minimo.

·        Nei detersivi delicati spesso viene aggiunto profumo composto di solito da sostanze chimiche poco biodegradabili.

·        Un consiglio verde che possiamo darvi è preferire i detersivi per colorati e in polvere: sono i più rispettosi dell'ambiente.

La lana non s'infeltrisce se lavata a mano? Una leggenda

Abbiamo lavato a mano, con detersivi delicati, una serie di tessuti di lana per verificare se in questo modo si poteva evitare anche quel piccolo grado di infeltrimento che c'è se si lavano i capi in lavatrice.

I risultati sono visibili nelle fotografie che pubblichiamo e che arrivano dal laboratorio che ha fatto le prove. Non c'è dubbio che l'infeltrimento c'è e si vede. Quindi, non abbiate paura a lavare i vostri capi di lana in lavatrice con il programma apposito (verificatelo nelle istruzioni della lavatrice). Pensate solo a quanta fatica e tempo potete risparmiare in questo modo.

Riducete le dosi

Sull'etichetta dei detersivi delicati ci deve essere la dose consigliata a lavaggio, in base allo sporco della biancheria e alla durezza dell'acqua.

è molto importante se si vuole rispettare l'ambiente non eccedere con le dosi di detersivo. Non basatevi sulla quantità di schiuma per giudicare l'efficacia di un prodotto. La cosa migliore è seguire le istruzioni riportate sulla confezione, sapendo il grado di durezza dell'acqua. Però potete ridurre la dose in base al grado di sporco e alla quantità della biancheria da lavare.

Spuma di Sciampagna riporta dietro al flacone e in piccolo il numero di lavaggi standard. Invece, è molto importante che sia ben visibile, scritta in grande e davanti alla confezione, per consentire ai consumatori di scegliere tra gli altri prodotti al momento dell'acquisto. Tutti i prodotti riportano in etichetta il numero di dosi tranne Dexal e Chante Clair.

Miglior Acquisto

detersivi delicati del test sono solo sufficienti o poco più nella prova di lavaggio. Questo significa che, rispetto ai detersivi classici in polvere, la loro capacità di rimuovere le macchie è un po' meno buona.

Il nostro consiglio è di acquistare i detersivi delicati solo se dovete rinfrescare i capi in lana e seta, tenendo conto che non tolgono efficacemente lo sporco.

Per togliere le macchie è preferibile pretrattare le macchie con sapone di Marsiglia o con appositi prodotti. Ma nel caso di capi importanti è meglio ricorrere alla tintoria. Inoltre questi prodotti non rispettano l'ambiente più di altri tipi di detersivo, quindi usateli con parsimonia.

Conquista il titolo di Migliore del Test,Sole Lana e Delicati (1,32 – 1,89 euro).

Hanno un buon rapporto qualità-prezzo e sono i nostri Migliori Acquisti, Esselunga Capi Delicati (1,45 euro) e Auchan Lana e Seta con proteine della seta (1,24 – 1,77 euro). C'è anche una Scelta Conveniente, se vi accontentate di una qualità sufficiente per avere un buon prezzo, Dexal Lana Shampoo (della catena discount Eurospin) 1,75 euro (la confezione da 2 litri) che corrisponde a soli 0,04 centesimi a lavaggio.

Fonte: www.altroconsumo.it

Condividi questo articolo