Test sui passeggini trio

Uno e trio Sono ormai moltissimi i passeggini venduti in abbinamento con la navicella (dove il bambino sta sdraiato, come nelle carrozzine classiche) e con il seggiolino auto (che funge anche da passeggino – o “guscio” o “uovo” – per i primi mesi), tutti intercambiabili e fissabili sulla stessa struttura: sono i cosiddetti “trio”.Completamente accessoriati (tettuccio anti pioggia, poggiagambe, poggiapiedi e cestino portaoggetti), tentano i novelli genitori, perché sembrano risolvere tutti i problemi dalla nascita in poi: reggono bambini fino a 15, addirittura 20 chili.

Sono però piuttosto pesanti ed ingombranti: ve ne accorgerete se l'ascensore di casa vostra ha la porta stretta o se dovete sollevare bimbo e passeggino per fare qualche gradino di scale.

Abbiamo testato 12 modelli. E il Miglior Acquisto non è, come si potrebbe pensare, quello più caro. Tutti i passeggini presi in esame sono modelli a quattro ruote tranne uno, il Quinny Buzz 3 ruote trio. Ma andiamo con ordine.

Il primo consiglio è quello di provare a fondo il passeggino quando ancora siete in negozio. Cercate di aprirlo e chiuderlo con una sola mano, magari con vostro figlio in braccio; fate lo slalom tra gli oggetti in vendita; se nel negozio c'è una scala mobile chiedete di poter provare a salire e a scendere col passeggino; mettete la borsa della spesa nel cestino portaoggetti; testate il blocco/sblocco dei freni, così come l'aggancio/sgancio del seggiolino auto. La pratica migliorerà le vostre capacità di maneggiarlo, ma il primo test è comunque importante.

Un buon passeggino deve essere sicuro, facile da usare, maneggevole e resistente. Il nostro test (vedi riquadro a fianco) ha cercato di tenere conto di tutte le possibili situazioni e condizioni di utilizzo. Marciapiedi stretti, parcheggi selvaggi, ostacoli di vario genere, scale mobili e ascensori, fratelli maggiori per cui il passeggino è un nuovo fantastico divertimento sono la norma, non l'eccezione.

Tutti sicuri

L'Unione europea ha una norma, la EN 1888, che stabilisce gli standard di sicurezza e qualità di carrozzine e passeggini.

·        Per quanto riguarda la sicurezza i passeggini testati non hanno problemi. In due casi (Cam Comby Family Trio e Prenatal So Family Trio) i freni si sono dimostrati però meno efficaci che negli altri modelli: facili da inserire, ugualmente facili da disinserire. In questi due modelli è bastato scuotere un po' il passeggino avanti e indietro o lateralmente (una delle passioni dei fratelli maggiori) per sbloccare i freni.

·        Il modello a tre ruote è ovviamente meno stabile di quelli a quattro ruote, soprattutto quando si sale oppure si scende dal gradino del marciapiede.

·        Nella prova su terreno sconnesso si è dimostrato particolarmente instabile il Bugaboo Cameleon Trio, se utilizzato con l'impugnatura dalla parte delle ruote piccole: il Bugaboo ha infatti due coppie di ruote di dimensioni differenti, e l'impugnatura e la seduta (come quasi tutti gli altri modelli) può essere installata nei due sensi, verso la mamma o verso l'esterno.

·        Solo uno dei modelli (Prenatal So Family Trio) ha un imballaggio che lascia a desiderare: è venduto in un sacchetto di plastica che deve essere tenuto lontano dai bambini per il rischio di soffocamento.

Comodità e maneggevolezza

In genere sono più maneggevoli i passeggini con un'unica barra di spinta anziché due impugnature (tipo manico d'ombrello): è più facile spingerli anche con una mano sola.

·        Aprire e chiudere il passeggino, magari con il bambino in braccio o sul bordo della strada, deve essere un'operazione semplice e veloce, da poter eseguire con le mani impegnate: solo uno dei passeggini testati, il Quinny Buzz a tre ruote, pur essendo facile da aprire, è risultato decisamente difficile da chiudere.

·        Una vera battaglia, secondo i nostri sperimentatori, è invece riuscire ad agganciare il seggiolino auto alla struttura del modello Jané Carrera anniversario trio. Nemmeno le istruzioni aiutano a capire come fare.

·        Per essere adatti a neonati dalla nascita ai sei mesi, i passeggini devono poter inclinare lo schienale o la seduta fino ad un angolo superiore a 150°. Tra quelli testati non hanno questa possibilità Bebè Comfort, Brevi, Bugaboo, Quinny.

·        Per la comodità del bambino sono utili le sospensioni, che attutiscono colpi e salite e discese dai gradini. Solo due modelli non le hanno: Inglesina Otutto Pram trio e Chicco For Me Trio.

·        Il poggiapiedi, che tutti hanno, serve in realtà solo a bambini molto alti: l'altezza media di un bimbo di due anni non è sufficiente a che i piedini riescano ad appoggiarsi. Ma non è un grosso problema: quello che davvero conta per la comodità del piccolo è il poggiagambe, sempre regolabile tranne che in due modelli: Bébé Confort e Bugaboo.

·        Se sapete di dover caricare spesso il passeggino in auto e di dover usare un ascensore particolarmente stretto, attenzione a peso e dimensioni. Tutti i modelli testati sono piuttosto pesanti e ingombranti.

·        Praticamente tutti i passeggini sono invece risultati abbastanza agevoli da pulire dopo essere stati sporcati con macchie di frutta e di omogeneizzati.

Alla prova su ogni ostacolo

Per effettuare il nostro test cinque persone per circa tre ore hanno dovuto compiere, con ciascuno dei passeggini, un autentico percorso a ostacoli.

·        Ogni prova prevedeva innanzitutto di aprire il passeggino e regolarlo a misura del proprio bambino. Il percorso era composto da tratti accidentati, scalini, terreno sconnesso, ostacoli da evitare. A metà percorso bisognava inserire i freni, poi sbloccarli, tornare al punto di partenza e richiudere il passeggino.

·        Il test prevedeva anche di verificare l'aggancio e sgancio del seggiolino auto, la capienza e accessibilità del portaoggetti, la facilità di trasporto del passeggino chiuso, nonché la comodità dell'impugnatura.

·  & nbsp;     I modelli testati sono stati sottoposti anche all'ulteriore esame di tre esperti. Questi hanno provato a mettere i passeggini nel bagagliaio di un'auto (una Hyunday Accent), a caricare fino al peso e alla capienza massima indicati il portaoggetti, a sporcare (e poi ripulire) il rivestimento con macchie di omogeneizzato di carne e di purea di mela e pesca, a usare il passeggino per salire e scendere da un autobus e per salire e scendere da una scala mobile.

Miglior Acquisto

I passeggini trio uniscono navicella (per uso carrozzina, quando il bambino è ai primi mesi), passeggino e seggiolino per l'auto. Nel complesso fanno bene il loro dovere di passeggini. Nel giudizio complessivo globale hanno però ottenuto un punteggio molto basso due modelli, il Cam Combi Family Trio e il Prenatal So Family Trio: nonostante infatti i passeggini siano di buona qualità, ha pesato negativamente il giudizio sul seggiolino auto abbinato, in entrambi i casi il Cam bye bye. Il passeggino Graco Quattro Tour Deluxe Tsb Trio (359 euro) è risultato molto soddisfacente in tutte le prove e ha un prezzo attraente: si aggiudica quindi la palma di Miglior Acquisto e Migliore del Test. è tra l'altro uno dei modelli meno cari in assoluto: oltre 500 euro in meno rispetto al passeggino più caro. Segno che ancora una volta le informazioni basate sul nostro test consentono di avere un'ottima qualità, senza necessariamente spendere una fortuna. Un suo limite è che è anche il passeggino più pesante (15 chili). Se ci tenete molto alla leggerezza, valutate il Peg Perego Pliko P3: con i suoi 9 chili e 300 grammi è il più leggero del test e ha mostrato di fare bene il suo lavoro, anche se il giudizio come seggiolino per l'auto non è proprio completamente soddisfacente. Risparmiare braccia e schiena però vi costerà un po': abbiamo verificato che questo modello è venduto a un prezzo che va da 440 a 588 euro. Cercatelo al prezzo minimo.

Fonte: altroconsumo.it

Condividi questo articolo