Un elisir di benessere

I pregi della frutta e della verdura sono noti: contiene poche calorie ed è un'ottima fonte di vitamine e antiossidanti, sali minerali e fibre.


Grazie a questi elementi:

idrata l'organismo e aiuta a mantenere l'equilibrio salino;

aiuta a tenere il peso sotto controllo;

protegge le cellule del nostro corpo, contrastando la formazione dei radicali liberi, causa di invecchiamento precoce;

regola la funzionalità dell'intestino.

Insomma un vero e proprio concentrato di salute, a una condizione però: deve arrivare freschissima sulla nostra tavola e quindi precedenza assoluta alla frutta di stagione!
E in autunno ciò si traduce in uva, mele, pere, prugne, cachi, ecc.

Ma ciò significa cercare di rimuovere il più possibile impurità, cere ed altri eventuali residui presenti proprio sulla buccia… e ricordatevi che anche la frutta biologica può avere residui di terra e sporco che è bene rimuovere prima di consumarla.

E' dimostrato che utilizzando il Bicarbonato per lavare frutta e verdura:

si rimuovono più residui che lavandole con la sola acqua;

si ottengono gli stessi risultati che si hanno utilizzando prodotti contenenti tensioattivi.

Mica male per un prodotto di origine minerale, ad uso alimentare!

Ma come procedere?
Ci sono due modi di procedere, a seconda della tipologia di frutta.


Un modo molto pratico e veloce consiste nel lavare la (come mele, pere, prugne, ecc.) preparando (perché no? .. direttamente sul palmo della mano visto che il bicarbonato non è un prodotto irritante!) una pasta di acqua e Bicarbonato Sodio (una parte di acqua e 3 di bicarbonato) da sfregare proprio sulla buccia e quindi risciacquare bene sotto acqua corrente. In questo modo perfino i bambini si divertiranno a lavare e mangiare la frutta e ne gioveranno in salute! Per lavare invece la frutta a grappolo o di piccole dimensioni (come ad esempio uva, fragole, ecc.), immergetela in un recipiente contenente acqua e aggiungete 2 cucchiai di Bicarbonato Sodio(1 cucchiaio per litro d'acqua). Lasciate a bagno per almeno una decina di minuti, quindi sciacquate bene sotto acqua corrente. Per concludere, come conservarla? Nel frigorifero ovviamente… Riponetela negli appositi cassetti, dopo averli lavati con acqua e Bicarbonato, sciacquati e ricoperti con un panno di carta. è possibile anche cospargerli sempre con del Bicarbonato da sostituire ogni 15 giorni, per assorbire gli odori indesiderati.

Fonte.bicarbonato.it

Condividi questo articolo