Vi piacerebbe preparare dei squisiti liquori con le vostre mani? (Prima Parte)

Con molta pazienza otterrete delle squisite prelibatezze da gustare da soli o in compagnia. Prima Parte

Consigli sui liquori

Attrezzatura:

Bilanciaessenziale per dosare gli ingredienti; meglio se di precisione, vanno in ogni modo benissimo anche quelle per le diete.

Bottiglie i liquori si conservano in normali bottiglie di vetro scuro, chiuse da un semplice tappo a corona. Nel caso di un liquore prezioso da tenere in serbo per un'occasione particolare, applicherete alla bottiglia una chiusura in sughero sigillata con ceralacca. Tenete le bottiglie in luoghi asciutti e protetti dalla luce.

Cucchiai ci legno  si trovano dappertutto e costano pochissimo. Servono per rimestare le spezie poste a macerare senza alterarne l'aroma.

Filtri 

Mortaioè necessario per frantumare le spezie. Sceglietene uno in marmo o di pietra.

Spezie  alcune le possiedono perché fanno parte degli aromi da cucina (menta, timo, noce moscata, cannella, basilico), le altre le acquisterete dall'erborista. Conservatele ben chiuse in vasi di vetro e saranno, oltre che utili, motivo d'ornamento.

Vasi facili da trovare e fondamentali per i vostri fini, ottimi quelli di vetro trasparente con la guarnizione di gomma e la chiusura a leva. Resistono al calore e si possono smontare consentendo una perfetta pulizia. Si utilizzano indifferentemente sia nella forma quadrata sia cilindrica, importante è tenere di varie capienze, da un quarto di litro ad un litro e più. E' utile possedere anche un grosso vaso a vite di almeno due litri che potete procurarvi presso il vostro bottegaio. Dopo averlo accuratamente pulito, lo conserverete per alcune ricette particolari.

Zuccherola quantità di dolcificante segnalata nelle ricette è puramente indicativa e può variare o addirittura essere tolta secondo i gusti.

15 Consigli utili:

1. Osservate la pulizia scrupolosa dei recipienti. L'alcol è un solvente e si appropria con estrema facilità dei cattivi odori.

2. Il liquore, durante e dopo la sua preparazione, va conservato in vasi e bottiglie ermeticamente chiusi.

3. Quando volete preparare un liquore d'erbe, per non sminuire l'aroma, abbiate la premura di macerare il vegetale appena colto. Se impiegate le droghe essiccate, esse non devono avere più di un anno di conservazione.

4. Il liquore va conservato in ambiente temperato. Le basse temperature ne alterano l'aroma.

5. Pochi grammi in più o meno di un ingrediente possono compromettere la ricetta. Pesate sempre con cura gli ingredienti.

6. Almeno per prime esperienze attenetevi alle indicazioni della ricetta. Solo dopo aver acquistato gusto ed esperienza tentate qualche piccolo ritocco personale.

7. Limitatevi a confezionare poco liquore per volta.

8. Filtrate in maniera idonea: il cattivo filtraggio si vede e rende antipatico anche il liquore più squisito.

9. Quando la ricetta prevede di rimestare il macerato, non spaventatevi. Di solito, infatti, è sufficiente scuotere il vaso qualche secondo per assolvere l'incombenza.

10. Se sarete voi stessi a raccogliere erbe, radici e frutti cercateli in luoghi esenti da trattamenti chimici e lontano dalle strade.

11. Se foste incerti sull'identità di un vegetale, prima di utilizzarlo chiedete chiarimenti al vostro erborista: sono molte le erbe e le radici velenose.

12. Nella preparazione di grappe medicinali, usate di preferenza grappe di sapore secco.

13. La ricetta migliore non è ancora stata scoperta.

14. Dopo un tempo più o meno lungo i preparati descritti nel ricettario possono subire alterazioni o fermentazioni anche molto dannose alla salute. Appena vi accorgete che l& apos;odore o il gusto di un preparato si è modificato, buttatelo via immediatamente.

15. Per terminare un'accortezza: servite i liquori in piccoli bicchieri, n'esalterete l'aroma e soddisferete l'occhio.

Fonte:nonno gigio

Condividi questo articolo