Agices: il commercio equo e solidale da oggi è anche garantito

banane

Un marchio e una proposta di legge che ormai è pronta per l’approvazione di Camera e Senato. L’Italia si avvia ancora una volta a fare da apripista nel settore del commercio equo e solidale predisponendo un sistema di garanzia per i consumatori e per quanti compongono la catena del Fair Trade (produttori, importatori, botteghe del mondo, ecc.) che va sotto il nome di “EquoGarantito”. L’iniziativa è stata realizzata da Agices, Assemblea Generale Italiana del Commercio Equo e Solidale e presentata ieri nel corso di una conferenza stampa.

Il logo Equo Garantito”, spiega in una nota il Presidente di Agices, Alessandro Franceschini, “mira a due obiettivi: il primo è dare un “cognome comune” a tutti gli aderenti ad Agices certificando il rispetto dei principi del Fair Trade da parte di chi lo utilizza. Il secondo è un obiettivo di comunicazione: esponendo la vetrofania con il logo tutte le organizzazioni presenti sul territorio nazionale avranno maggiore visibilità”.

Il commercio equo e solidale in Italia è una realtà che a piccoli passi, dalla sua comparsa ad oggi, va sempre più consolidandosi: stando ai numeri contenuti nel Rapporto Agices 2014, infatti, si contano 85 organizzazioni iscritte al registro dell’Assemblea Generale, 253 punti vendita e un valore della produzione che si aggira attorno agli 84 milioni di euro. “Oltre al marchio “Equo Garantito” ci auguriamo di poter avere anche un riconoscimento normativo di livello nazionale”, dichiara l’On. Lino Duilio, promotore della prima proposta di legge sul commercio equo e solidale. Ad oggi, infatti, si contano 11 leggi di carattere regionale e una di carattere provinciale che regolamentano il settore ma non esiste ancora una norma dello Stato. “La nostra proposta di legge”, continua Duilio, “punta a definire in maniera chiara i vari aspetti del commercio equo e solidale in Italia, a certificare le organizzazioni che ne fanno parte e i prodotti scambiati e a ottenere il sostegno dello Stato in termini di informazione e diffusione delle iniziative prese dalle varie organizzazioni del Fair Trade”.

di Elena Leoparco

Condividi questo articolo