Alimentare, Federconsumatori: stangata su frutta e verdura, aumenti del 16%

Oltre 4 euro per un chilo di zucchine, con un aumento del 27% rispetto a un anno fa. Oltre 1,70 euro per un chilo di lattuga, più 49% rispetto al 2015. 2,80 euro per un chilo di pere e 2,30 euro per un chilo di mele golden. E via salendo per la verdura di stagione. Federconsumatori stima che gelate (e non solo) abbiano già causato aumenti medi del 16% sui banchi di frutta e verdura, con ricadute pari a 121 euro l’anno a famiglia.

“Il gelo, ma anche gli aumenti dei costi energetici per il trasporto dei beni, hanno determinato notevoli aumenti dei prezzi sui banchi di frutta e verdura in queste ultime settimane. Molte produzioni di ortaggi e frutta sono state distrutte a causa del freddo eccezionale, ne consegue che la minore offerta dà adito a maggiorazioni, talvolta spropositate”, dice l’associazione, che ha monitorato gli aumenti e segnala rincari medi del 16%. “È urgente intervenire per monitorare e calmierare gli aumenti, anche perché avvengono sempre in maniera rapidissima al rialzo, mentre per riadeguarsi al ribasso impiegano tempi biblici – dice Federconsumatori – Ci auspichiamo in tal senso qualche visita da parte della Guardia di Finanza nei mercati e nei banchi frutta e verdura. Inoltre è fondamentale agire con tempestività per ripristinare le colture laddove vi siano dissesti e emergenze”.

Condividi questo articolo