Animali e treni. Come trasportarli

treni cane

Lasciare l’amico cane, o il gatto, a casa, da un parente o in pensione durante il periodo delle vacanze? Neanche per sogno, perche’ anche chi prende il treno puo’ portare il proprio fido, o il proprio micio, a determinate condizioni. Vediamo i casi.
Treno: i cani di piccola taglia, i gatti ed altri piccoli animali domestici da compagnia (custoditi nell’apposito contenitore di dimensioni non superiori a 70x30x50) sono ammessi gratuitamente nella prima e nella seconda classe di tutte le categorie di treni e nei livelli di servizio Executive, Business, Premium e Standard. E’ ammesso un solo contenitore per ciascun viaggiatore.
Nelle carrozze ristorante/bar non è consentito l’accesso agli animali.
E’ inoltre consentito, per singolo viaggiatore, il trasporto di un cane di qualsiasi taglia, tenuto al guinzaglio e munito di museruola: sui treni nazionali di tutte le categorie, in prima e seconda classe e nei livelli di servizio Business e Standard. Sono esclusi il livello di servizio Executive, Premium, l’Area del silenzio, i salottini e le carrozze ristorante/bar;
Il cane guida per i non vedenti puo’ viaggiare su tutti i treni gratuitamente senza alcun obbligo. 

Per approfondimenti

Primo Mastrantoni

Fonte: http://avvertenze.aduc.it/comunicato/animali+treni+come+trasportarli_22429.php

 
 

Condividi questo articolo