Autostrade, benzinai: stop 31 marzo e 1 aprile, Governo “indifferente”

benzina 2

Sciopero confermato per il 31 marzo e il primo aprile, come annunciato nei giorni scorsi. I gestori delle aree di servizio autostradali confermano la seconda tranche di scioperi di 48 ore proclamata qualche giorno fa, dopo l’agitazione di marzo, non senza disappunto: le organizzazioni di categoria dei benzinai denunciano infatti “indifferenza e inerzia del Governo”, tanto più che l’incontro al Ministero dei Trasporti si è svolto ieri, mentre al Ministero dello Sviluppo economico andranno il 31 marzo – a sciopero in corso.

Una nota sindacale congiunta è stata diffusa a seguito dell’incontro tenuto ieri al Ministero Infrastrutture e Trasporti e nel quale, affermano Faib Confesercenti, Fegica Cisl e Anisa Confcommercio, “non è stato possibile ottenere alcun tipo di risposta alle questioni – aumenti sistematici dei pedaggi e delle tariffe, prezzi dei carburanti più alti d’Europa, vigilanza sui comportamenti dei concessionari, tutela del servizio pubblico e del bene oggetto della concessione- che da anni la categoria cerca di portare inutilmente all’attenzione delle responsabilità Istituzionali competenti”.

Alla delusione, proseguono, fa seguito anche l’imbarazzo legato alle due distinte convocazioni dei Ministeri competenti: al Mise infatti l’incontro è in calendario per il prossim0 31 marzo, “quando per altro lo sciopero sarà già ampiamente in corso – scrivono le sigle sindacali – a dimostrazione dell’insensibilità già ampiamente mostrata ai temi della vertenza e di una malcelata “dialettica” tutta interna al Governo di cui, di fatto, continuano ad avvantaggiarsi i concessionari, impegnati a difendere un “bottino”, fatto di privilegi e rendite di posizione, finora loro garantito e mai messo in discussione. Intanto – concludono – nelle prossime ore sarà depositato presso il TAR del Lazio il ricorso predisposto in opposizione all’Atto di indirizzo firmato il 29 gennaio di quest’anno dai Ministri Lupi e Guidi”.

Condividi questo articolo