BNL “educa” gli alunni. Perplessa Confconsumatori Lazio

Bimba

Si chiama “EduCare” il progetto realizzato da BNL in 5mila classi elementari di 24 province d’Italia. Si tratta – come riporta il comunicato stampa dell’istituto – di un’iniziativa volta a sensibilizzare i giovani alunni alla conoscenza del denaro e a un suo primo utilizzo, familiarizzando con argomenti come risparmio e investimento. Si dice preoccupata la Confconsumatori Lazio che rileva, innanzitutto, che la campagna di informazione e di educazione finanziaria non è di primaria importanza nelle scuole elementari, in quanto sarebbe più importante una campagna di formazione civica, di sicurezza alimentare e di salute. Inoltre, l’Associazione ha riscontrato nello spot di promozione un linguaggio che evidenzia la ambiguità di tale campagna che anziché essere nello spirito puro di formazione per i bambini diventa uno scenario di pubblicità e di imprinting. Tutto ciò – conclude la nota dell’Associazione – in totale spregio delle normative vigenti in merito alla tutela dei minori per la pubblicità.

Condividi questo articolo