Camera da letto: 10 consigli per renderla piu’ salutare e accogliente

coppia coperta

Vi capita di svegliarvi ancora più stanchi di quando siete andati a dormire? Forse la vostra camera da letto ha bisogno di qualche attenzione in più o di un vero e proprio rinnovamento. Mal di testa, congestione nasale e mal di gola potrebbero essere legate all’accumulo in camera da letto di allergeni e di sostanze poco salutari.

Ecco allora che la vostra camera da letto potrebbe nascondere polvere, acari o muffe in grado di provocare disturbi respiratori e di compromettere i vostri sonni tranquilli. Meglio allora tenere conto di qualche consiglio utile per rendere la vostra camera da letto un ambiente più sano e accogliente.

1) Colore delle pareti

Quale colore avete scelto per le pareti della vostra camera da letto? Secondo la cromoterapia il colore predominante nella camera da letto può contribuire a favorire il sonno. Quindi meglio scegliere un colore rilassante e che possa conciliare sonni tranquilli. Ad esempio, Il blu e il verde nelle camere da letto favoriscono il relax e il sonno ristoratore, mentre il rosa stimola il romanticismo. Dal punto di vista della salute e dell’ambiente, scegliete vernici ecologiche per tinteggiare le pareti della vostra camera da letto.

2) Cuscini

Scegliete dei cuscini comodi per dormire a seconda della posizione che assumete durante la notte. Esistono cuscini di diversi modelli ma soprattutto di diversi materiali, proprio come i materassi. Dunque scegliete il materiale del vostro cuscino in modo che non possa procurare allergie. Ricordate di cambiare spesso le federe ma anche di lavare i cuscini in modo corretto, così che non si trasformino in un accumulo di acari e allergeni. E’ importante fare prendere aria ai cuscini in modo che non si formino muffe.

3) Piante in camera da letto

Di solito si sconsiglia di tenere delle piante in camera da letto. In realtà posizionare una pianta in camera da letto non farebbe male alla salute. Chi è solito tenere delle piante in camera da letto dovrebbe però porre attenzione ad alcuni particolari. Dovrà ricordare di svuotare spesso i sottovasi per evitare la proliferazione di zanzare o di altri insetti che possano disturbare il sonno. Annaffiare le piante troppo spesso potrebbe provocare umidità, in grado di attirare allergeni. Meglio bagnare le piante solo quando il terriccio in superficie risulta asciutto.

4) Candele

Attenzione alle candele che scegliete di accendere in camera da letto. Meglio lasciare perdere le candele e le candeline che sono state realizzate con profumazioni sintetiche poiché nei soggetti sensibili possono provocare asma, allergie e problemi respiratori. E’ opportuno scegliere candele composte il più possibile da ingredienti naturali e prive di profumazioni sintetiche. Le candele in paraffina quando sono accese potrebbero rilasciare sostanze potenzialmente irritanti come benzene e toulene.

5) Animali domestici

Decidere se permettere agli animali domestici di entrare in camera da letto oppure no è una scelta personale. C’è chi preferisce che i cani o i gatti dormano in altre stanze, chi li lascia dormire liberamente sul letto e chi ha avuto l’idea di posizionare una delle loro ceste proprio ai piedi del letto oppure di fianco al letto stesso. Il fatto che gli animali domestici dormano in camera non crea particolari problemi, tranne in caso di allergie. In queste circostanze potrebbe essere necessario dedicarsi più spesso ad una pulizia più profonda della camera da letto e delle altre stanze della casa dove vivono gli animali domestici.

6) Aspirapolvere

Soprattutto per chi soffre di allergia alla polvere e agli acari potrebbe essere molto utile scegliere un aspirapolvere adatto per fare le pulizie in camera da letto e nelle altre stanze della casa. Il consiglio è di orientarsi su un aspirapolvere con filtro HEPA che risulti davvero efficace nel raccogliere anche le minime particelle di polvere. Esistono in commercia sia sacchetti che filtri per le aspirapolveri specifici per chi soffre di allergie.

7) Materasso

Il primo passo per riposare bene e in seguito per rendere la camera da letto un luogo più sano ed accogliente è la scelta del materasso. Ognuno sceglierà il proprio materasso in base ad esigenze specifiche che possono riguardare le proprie abitudini durante il riposo notturno e la presenza di eventuali allergie, ad esempio agli acari o al lattice, uno dei materiali utilizzati per produrre i materassi. Segui i consigli della nostra mini-guida sulla scelta del materasso.

8) Prodotti per le pulizie

In camera da letto la pulizia è importante, come abbiamo già accennato, ma è ancora più importante la scelta dei prodotti da utilizzare per le faccende domestiche. Ecco che allora per evitare che sostanze indesiderate possano fare il proprio ingresso nella vostra camera da letto sceglierete il più possibile detersivi ecologici per la pulizia dei pavimenti e per spolverare i mobili. Tra l’altro potrete rimuovere la polvere anche senza detersivi: basta un panno morbido in microfibra inumidito e strizzato.

9) Finestre

Ricordate di aprire le finestre al mattino dopo il risveglio e possibilmente anche prima di coricarvi in modo che nella vostra camera da letto ci sia un ricambio dell’aria sufficiente. Lo scarso ricambio dell’aria – ad esempio quando le finestre restano quasi sempre chiuse – porta purtroppo alla formazione di umidità e muffe. Quindi non dimenticate di areare spesso la camera da letto aprendo le finestre.

10) Tappeti

Chi soffre di allergie alla polvere o agli acari potrebbe trarre un vero e proprio giovamento dalla completa eliminazioni di tappeti e tappetini dalla camera da letto. Ciò è più semplice nel caso di pavimenti in legno e parquet, perché questo tipo di materiali dona comunque una sensazione di calore. Ma chi preferisce adornare la stanza con tappeti e tappetini nonostante le allergie dovrà necessariamente occuparsi spesso della loro pulizia con lavaggi in lavatrice per i tappeti in cotone e spugna e passaggio delicato dell’aspirapolvere per i tappeti pregiati.

Marta Albè

Fonte:  greenme.it

Condividi questo articolo