Cattive vacanze a…

Buone vacanze a tutti, specialmente agli amici Dell’ ‘AsUC! Cattive vacanze invece a…

Tutti i gestori di stabilimenti balneari che impediscono o ostacolano l’accesso libero al mare e l’uso della spiaggia, perché si appropriano di un bene comune da cui traggono lauti guadagni pagando quasi sempre poche centinaia di euro l’anno

E anche a tutti gli amministratori, dal Governo centrale alle Regioni ai Comuni, che dovrebbero imporre canoni adeguati per queste concessioni e invece per scarsa attenzione o peggio per connivenza non fanno incassare all’Erario i giusti proventi.

A tutti i gestori di alberghi, ristoranti, luoghi di divertimento che non favoriscono l’accesso alle persone disabili, o magari vietano l’accesso a clienti per una loro presunta “sgradevolezza” estetica dovuta ad handicap fisico o di altro genere.

E anche alle Autorità pubbliche che non fanno rispettare gli obblighi di legge sugli accessi per i disabili e chiudono gli occhi di fronte ad episodi di discriminazione per qualsiasi motivo.

A chi ha cominciato a riservare alberghi, ristoranti e luoghi di divertimento “child free”, “no kids” etc. perché dimenticano che i bambini sono il nostro futuro, sono la vita, la gioia, l’allegria, che valgono certamente qualche strillo in più o magari un po’ di sabbia o di acqua.

E anche a quei genitori che non danno regole elementari ai loro figli, li lasciano liberi di disturbare e imperversare dando fastidio, non si scusano per qualche intemperanza e anzi giustificano sempre e comunque i loro figli.

A chi sui treni, gli autobus e in tutti i luoghi pubblici usa il cellulare come un megafono, disturbando e provocando inquinamento acustico. Dei loro problemi con la zia insopportabile o del fidanzato che non risponde al telefono non ci importa nulla, e se proprio vogliono spettegolare o litigare lo facciano discretamente.

E anche a chi, in città o nelle località di vacanza, dimenticando che ci sono persone che vogliono riposare, si intrattiene fuori da ristoranti, pub e altri luoghi pubblici chiacchierando e schiamazzando dopo la mezzanotte e oltre.

Ai negozianti, ristoratori e gestori di bar che cercano di imbrogliare i turisti stranieri e italiani, con prezzi aumentati o voci di menù, coperti, servizi extra come la musica (!) ingiustificati e truffaldini.

Ai borseggiatori che approfittano della calca sui mezzi pubblici o alla stazione ferroviaria o all’aeroporto per rubare portafogli, borse, valigie… Non c’è solo il danno economico immediato ma spesso si rovina la vacanza, si impedisce un viaggio, si colpisce nell’intimo una persona e una famiglia.

A coloro che sfrecciano incoscienti sulle autostrade ma anche in città, facendo vittime innocenti, troncando vite o rendendole invalide. Peggio ancora per i pirati della strada, veri delinquenti che andrebbero puniti con pene doppie rispetto a chi si ferma e assiste le vittime dell’incidente provocato.

Ma torniamo a fare gli auguri di buona estate a tutti, a chi si può permettere una vacanza dopo un anno di lavoro e ancora di più a chi invece il lavoro non ce l’ha e spera di trovarlo presto. A questi ultimi auguriamo una “non vacanza”, nel senso di trovare il lavoro al più presto, magari già in agosto!

AUGURI E ARRIVEDERCI

 

Condividi questo articolo