Contatori luce e gas: l’importanza dell’omologazione

L’Autorità per l’energia ha evidenziato ritardi nel processo di sostituzione dei contatori luce e gas. I vostri contatori sono omologati? Ecco le cose da sapere…

Prendete una bolletta di luce e gas e leggetela: se qualcosa relativo ai vostri consumi non vi torna, probabilmente fate parti di quel gruppo di italiani che ha ancora problemi con i contatori di gas e luce e pagano bollette calcolate su importi stimati e non effettivi, oltre al costo dei conguagli. Magari ce l’avete messa tutta per risparmiare, magari avete passato mesi a confrontare le tariffe di Sorgenia, Eni, Acea e delle altre utility del mercato su comparatori come SuperMoney, e vi ritrovate senza sapere quanto dovete pagare fino all’arrivo della bolletta.
Il problema, sottolineato anche dall’Autorità per l’energia, sta nei contatori non omologati che alcune case hanno ancora in funzione; vediamo i dettagli della questione.

Come controllare i contatori di luce e gas?

Come accennato poc’anzi, ricordiamo che l’Autorità per l’energia, in collaborazione con il nucleo speciale Tutela dei mercati della Guardia di Finanza, ha aperto l’indagine “Fatturazione del mercato retail 2013”, finalizzata alla realizzazione di un piano di intervento per il mercato energetico italiano. Questo piano teorico che probabilmente riorganizzerà in maniera più definita il mercato, può essere “anticipato”, ma anche incentivato, seguendo specifici consigli sulla gestione dei propri contatori di luce e gas. Vediamo alcuni semplici e utili consigli da seguire.

Contatori luce: ecco come controllarli

Premettiamo che per controllare i contatori della luce e verificarne funzionamento e omologazione è necessario l’intervento del venditore: solitamente il costo della pratica supera i 60 euro, a carico del cliente qualora l’apparecchio fosse correttamente funzionante e omologato.
Vediamo un consiglio pratico da applicare: se il vostro contatore nuovo scatta spesso, non vuol dire che non sia funzionante, risparmiate i soldi della chiamata per la verifica, e verificate, invece, le vostre abitudini domestiche: i nuovi contatori sono più precisi di quelli vecchi e se eravamo abituati a fare la lavatrice mentre usiamo il phon con la mano destra, l’aspirapolvere con la sinistra guardando un film con la connessione a Internet a pieno regime e il computer appoggiato sulla lavastoviglie in funzione, non è poi così strano che scatti il contatore. Il nuovo contatore elettronico, quando avverte un abuso di potenza, interrompe la corrente, ed è perfettamente funzionante, a differenza delle nostra abitudini energetiche.

Contatori gas: ecco come controllarli

Per il contatore del gas le cose da fare per il controllo sono un po’ diverse e più specifiche: innanzitutto la verifica va effettuata dall’impresa di distribuzione del gas, nell’abitazione dell’utente o in un laboratorio specializzato previa sostituzione del contatore da parte dell’impresa stessa, un po’ come le auto di cortesia dal meccanico.
Per quanto riguarda le spese di controllo, bisogna considerare alcune specificità che rendono l’intervento gratuito o quantomeno a prezzo agevolato:

  • anzianità del dispositivo;

  • funzionamento del dispositivo;

  • zona in cui è collocata l’abitazione.

Autorità per l’energia: il piano per i contatori

L’indagine condotta dalla Autorità per l’energia e dal nucleo speciale Tutela dei mercati della Guardia di Finanza ha portato alla formulazione di un piano di interventi che prevede i seguenti punti principali che devono essere rispettati da utenti e da utility:

  • rispettare le tempistiche specifiche per l’invio delle bollette;

  • incentivazione della pratica di auto lettura e definizione di nuovi obblighi di lettura;

  • incentivazione di indennizzi automatici per evitare i ritardi;

  • divieto dell’invio delle fatture miste, ovvero quelle calcolate su consumi stimati e reali;

  • facilitare le procedure per il cambio del fornitore, per la voltura e per la disattivazione del servizio.

Questo è un vademecum minimo di consigli da seguire per poter beneficiare al massimo della propria scelta energetica, rispettando la normativa sui contatori di luce e gas risparmiando e godendo di luce e gas.

Condividi questo articolo