DOVE NON C’E’ IL RIPOSTIGLIO…

ripostiglio

Casa dolce casa, per piccina che tu sia… gia’! Piccola si’ ma funzionale. Oggi il grosso problema delle abitazioni moderne e’ che sono venuti a mancare due spazi fondamentali (o quasi): ingresso e ripostiglio. Come risolvere? Se l’appartamento/casa e’ ancora in costruzione, si puo’ intervenire sul progetto e vedere se in qualche angolo della casa e’ possibile ricavare una nicchia da utilizzare come ripostiglio (chiudendo con delle ante ed inserendo delle mensole).

Per l’ingresso invece, sempre dove possibile (ance in termini di architettura dell’abitazione), si puo’ alzare un muretto che parte dal muro in cui e’ posizionata la porta e che delimiti cosi’ l’entrata (sul muretto possono essere poi posizionate delle piante o dei contenitori dove riporre le chiavi). Se si interviene a costruzione ultimata si puo’ pensare alle stesse soluzioni ma realizzate in cartongesso (occorre pero’ consultarsi con le persone “del mestiere” per verificare la realizzabilita’ di quanto desiderato).

Nel caso non ci siano rientraenze o nicchie, in zone come l’anticamera o l’antibagno si puo’ pensare ad un soppalco che, chiuso con delle ante, costituisce un’ottima soluzione per riporvi almeno parte di cio’ che solitamente trova posto nel ripostiglio. Questo tipo di intervento pero’ richiede delle pareti sufficientemente alte. Come ultima (e non sempre comoda) soluzione si puo’ ricorrere a dei mobiletti da posizionare sul balcone: in questo caso verrebbero utilizzati principalmente per scope, detersivi, secchi etc.


La questione dell’ingresso a volte si puo’ risolvere con mobili adeguati, senza intervenire con opere di muratura. Per esempio librerie aperte, sottili e non troppo ingombranti, possono essere utilizzate per creare una sorta di separazione dalla zona giorno. Con la stessa funzione si possono utilizzare mobiletti (console, portatelefono o similari) da posizionare proprio di fronte all’ingresso o accostati alla parete.

Anche’essi devono avere una struttura “leggera”, magari con un cassetto nella parte alta e completamente aperti al di sotto(al massimo con un ripiano quasi a livello del pavimento su cui, per esempio, si possono sistemare dei vasi). Un’altra idea potrebbe essere un attaccapanni importante, magari addossato alla parete con specchio e cassapanca. Nel caso mancasse lo spazio per un mobile di questo genere, anche un attaccapanni dalla forma un po’ originale (che si fa notare!) contribuisce a ‘sottolineare’ la funzione dell’ingresso.

Condividi questo articolo