Ecco alcuni trucchi per pagare di meno la polizza assicurativa auto

Pagare di meno la polizza assicurativa dell’auto è il sogno di tutti gli automobilisti: ecco alcuni trucchi per poterci riuscire.

Ultimamente avere un’automobile è diventato sempre più dispendioso: il carburante, il premio dell’assicurazione, il bollo, le tasse per il possesso dell’auto e così via, sono solo alcuni dei fattori che incidono sulle spese annuali per l’auto. Risparmiare confrontando le assicurazioni auto più vantaggiose, per esempio, sarebbe utile a far respirare le nostre tasche e facilitare la gestione della macchina.

Confrontare le polizze assicurative ci permetterà di capire quale sia la più economica e quale quella che più interessa al nostro tipo di guida e al nostro tipo di utilizzo dell’auto. Trovare la polizza perfetta è sempre molto difficile ma allo stesso tempo le spese di mantenimento dell’auto, come rilevano le ricerche di Aci Censis, sono sempre più alte.

La ricerca, infatti, dimostra che per mantenere un’auto un italiano spenda – in media, all’anno- 3.425 euro, senza considerare che una vettura di potenza sopra i 185 Kw affronterà anche le spese del superbollo di possesso auto che, in genere per questo tipo di veicoli, sono più alte.

Per poter prevenire e curare le ferite economiche al nostro portafogli, sarà bene tutelarsi in tal senso e provvedere da soli al risparmio sui consumi e sulle spese. Come? Seguendo qualche semplice trucchetto.

Prima di tutto, informarsi di tutte le novità in ambito assicurativo: sapere che le compagnie prevedono l’installazione della scatola nera nel motore dell’auto, per esempio, ci permetterà di risparmiare perché, grazie al monitoraggio dei dati della scatola nera, possiamo essere sicuri delle dinamiche degli incidenti e poter diminuire il premio assicurativo dal 10 fino al 15%.

Consultare i siti di confronto tariffe, poi, potrete capire quale sia la compagnia che offre la polizza più conveniente inclusa la scatola nera. Passare alle assicurazioni online, oltretutto, vi farà tagliare su alcuni costi come quelli dell’apertura e della gestione della pratica.

La manutenzione del veicolo, per esempio, è un altro aspetto da non sottovalutare perché se usiamo i giusti canali per revisionare e riparare i danni alla nostra auto riusciremo a risparmiare. Quando dobbiamo effettuare il tagliando alla nostra auto, per esempio, è bene sapere che oltre alle case ufficiali possiamo rivolgerci anche ai meccanici di fiducia che sicuramente, offriranno prezzi minori rispetto alle rispettive case di produzione automobilistica.

È da poco, infatti, che è possibile fare i tagliandi dell’auto nuova anche presso le officine non autorizzate dalla casa costruttrice continuando a mantenere la garanzia.

La terza opzione sarebbe quella di comprare i pezzi di ricambio sul web ma è molto probabile che alcuni meccanici rifiutino di montarli perché, di norma, preferirebbero fare un lavoro completo che parta appunto dalla ricerca del pezzo da sostituire.

Modificare la nostra guida, infine, sarà utilissimo perché ci permetterà di risparmiare benzina e di guidare in modo più sicuro: il primo trucco è quello di adottare un modo fluido nello stile di guida evitando, per esempio, le partenze accelerate o le frenate improvvise. Così facendo non sprecherete benzina.

Utilizzare marce basse nella maggior parte dei casi e passare a quelle alte solo sei superano i 1500 giri del motore permetterà di consumare poco carburante e lo stesso vale anche per il cambio marce che non deve mai essere frequente. Sotto un certo regime di giri del motore, però, è consigliabile non cambiare marcia subito perché si rischia di affaticare il motore e sprecare benzina.

Ovviamente, un uso ponderato di finestrini e aria condizionata sarà utile altrettanto per risparmiare anche sull’energia e quindi alleggerire le performance della vostra auto. 

Condividi questo articolo