Egitto, Movimento Consumatori diffida 11 tour operator

Viaggi-egitto

Il Movimento Consumatori ha diffidato 11 tour operators (Alpitour, Settemari, Eden Viaggi, Phone & Go, Marevero, Going, Veratour, Viaggi del Turchese, Swan Tour, Viaggi di Atlantide, Brixia Tour Operator) a rimborsare i turisti che chiedono l’annullamento di viaggi in Egitto e Medio Oriente e a fornire approfondite e tempestive informazioni sui rischi di viaggi nel Mar Rosso attraverso tutti i canali di vendita tradizionali e on line.

Di recente, infatti, l’Antitrust ha, infatti, rilevato una mancanza di informazioni da parte dei tour operator rispetto alle indicazioni del ministero degli Esteri che, con comunicati del 4 e 16 luglio 2014, ha confermato un deterioramento della situazione di sicurezza in tutto l’Egitto, comprese le località balneari sul Mar Rosso (Sharm el Sheikh, Dahab, Nuweiba e Taba) e il persistente rischio di azioni ostili di matrice terroristica in tutto il Paese, in particolare al confine con la Striscia di Gaza, Cairo, Alessandria, città del Delta e del Canale di Suez.

Dal 16 luglio scorso, invece, è ripresa la programmazione dei tour operator italiani di viaggi con destinazione Sharm el Sheikh.

Movimento Consumatori ritiene che chi abbia comprato viaggi prima del 4 luglio scorso con destinazione Egitto, Mar Rosso compreso, abbia diritto ad ottenere l’annullamento e la restituzione integrale di quanto pagato, in quanto è venuta meno la “finalità turistica” o “scopo di piacere”, ovvero il presupposto per partire in serenità e godersi la vacanza.

Condividi questo articolo