Fillerina e i claim ingannevoli, multa di 150mila euro dall’Antitrust

L’Antitrust ha multato per 150mila euro la società Labo International S.r.l. per pratica commerciale scorretta nella promozione dei prodotti cosmetici per viso, labbra e seno, denominati “Fillerina”, presentati come “filler da fare a casa” (insieme alla raffigurazione dell’applicatore, simile ad una siringa). Le segnalazioni, arrivate da Adusbef e Federconsumatori, oltre che dal Ministero della Salute, hanno denunciato claim salutistici illeciti, che violano regolamenti e direttive comunitarie a tutela del consumatore.

In particolare, il messaggio a stampa, pubblicato a pag. 32 del quotidiano LEGGO del 5 settembre 2013, reca con caratteri evidenti lo slogan: “Filler da fare a casa: Oggi si può, con Fillerina”, e nella parte centrale viene raffigurato il contenitore di Fillerina, simile ad una siringa. Quanto ai vanti prestazionali, sul lato sinistro, sono riportate le seguenti diciture: “Una lunga ricerca e, infine, la certezza: la bellezza di ben 6 tipologie di acidi ialuronici, con diverso peso molecolare, possono penetrare negli strati cutanei medi e profondi generando un effetto di riempimento a livello dermocosmetico, che si traduce in un filler capace di rialzare depressioni ed aumentare volumi”. Inoltre, viene evidenziato che il prodotto “è stato sottoposto a brevetto svizzero CH 705713B1”. Tali risultati che LABO attribuisce al prodotto vengono indicati come frutto di una lunga ricerca scientifica condotta “con test ex vivo con una strumentazione di laboratorio specifica chiamata Celle di Franz, la quale simula i meccanismi di penetrazione delle membrane cutanee”. Inoltre: “Le molecole di acido ialuronico dal peso molecolare più piccolo (1.000, 5.000 e 50.000 dalton) presenti in Fillerina penetrano fino al 100% negli strati più profondi della pelle nell’arco di 24 ore. Quelle dal peso molecolare più importante riempiono i livelli mediani con un effetto combinato grazie ad una delle proprietà principali dell’acido ialuronico, cioè la capacità di legare moltissime molecole d’acqua, in questo modo “riempendo” e dando turgore ai tessuti cutanei”.

Condividi questo articolo