GdF, Rapporto 2014: sequestrati 290 mln di prodotti e 1400 tnl di generi alimentari pericolosi o contraffatti

 

Non solo lotta all’evasione fiscale, ai traffici illeciti, agli appalti pubblici irregolari, a droga e gioco d’azzardo; nel Rapporto annuale 2014 della Guardia di Finanza ci sono anche i sequestri di 290 milioni di prodotti contraffatti o pericolosi e di 1.400 tonnellate ed oltre 500 mila litri di generi agroalimentari non sicuri. Sono numeri che fanno riflettere e che testimoniano il lavoro continuo, a tutela della nostra salute, condotto ogni giorno dalla Guardia di Finanza. 

Il_Rapporto_Annuale_2014_150x200Ecco, nel dettaglio, il bilancio di tutto il lavoro svolto nel 2014:

  • denunciati oltre 3.700 responsabili di reati contro la pubblica amministrazione;
  • controllati appalti pubblici per 4,6 miliardi di euro, 933 le denunce per irregolarità;
  • individuati sprechi per 2,6 miliardi di euro e frodi ai finanziamenti pubblici ed al “welfare” per circa 1,5 miliardi di euro;
  • scoperti oltre 8.000 evasori totali e 13.000 responsabili di reati fiscali;
  • sottratti alla criminalità organizzata beni per 4 miliardi di euro;
  • sequestrati 290 milioni di prodotti contraffatti o pericolosi, 1.400 tonnellate ed oltre 500 mila litri di generi agroalimentari;
  • eseguiti quasi 10.000 controlli di contrasto al gioco illegale, con irregolarità nel 33% dei casi;
  • sequestrate 129 tonnellate di droga e 200 tonnellate di sigarette di contrabbando, arrestati 389 trafficanti di esseri umani.

Sul piano della tutela dei consumatori, la strategia operativa della Guardia di Finanza segue tre linee guida: il presidio delle dogane, il “controllo economico del territorio” rappresentato dalla pattuglie in strada e la ricostruzione della “filiera del falso”.

L’anno trascorso, oltre al potenziamento delle attività del “117”, è stata introdotta una novità, ovvero il Siac, il Sistema Informativo Anti Contraffazione: una piattaforma informatica per il supporto delle attività operative che offre ai cittadini “informazioni e consigli utili sul mondo della contraffazione” e, contemporaneamente, consente ai titolari dei marchi di “concorrere fattivamente nel contrasto dei traffici illeciti sul territorio”. Tutto online.

Condividi questo articolo