IL CICLAMINO ANCHE D’INVERNO

ciclamino

Cyclamen, ovvero il colorato ciclamino. Abituati a vederli comparire nei giardini e sui davanzali ai primi tepori primaverili, forse non ci siamo accorti che il ciclamino fa capolino anche in autunno/inverno. Nello specifico si tratta della specie persicum. Le zone preferite dal ciclamino invernale – se cosi’ si puo’ definire – sono quelle temperate dove difficilmente la temperatura scende al di sotto dello zero e nel caso in cui questo accada si tratta di pochissimi giorni.


Come prendersi cura del nostro ciclamino?
Innanzitutto attenzione ad esposizione e temperatura. In inverno questa pianta gradisce un ambiente luminoso e puo’ anche ricevere la luce diretta del sole.

La temperatura pero’ deve restare sempre tra i 13° e i 18°. In un ambiente troppo caldo occorre mantenere un giusto grado di umidita’ magari collocando i vasi sopra della ghiaia umida oppure in ciotole con della torba, sempre umida. Per quanto riguarda le annaffiature, ricordate innanzitutto di non bagnare mai i tuberi, mentre per la pianta posizionate il vaso in un altro contenitore in cui e’ stata versata un po’ d’acqua.

Dopo circa una decina di minuti sollevate il vaso e lasciate scolare. Durante il periodo vegetativo, ogni due settimane circa, concimate il vostro ciclamino con del fertilizzante liquido. Per evitare attacchi di parassiti quali Fusarium e Botritis, coltivate i ciclamini a partire dai primi 15 giorni di novembre, quando la temperatura si aggira intorno ai 10° e i parassiti si indeboliscono.


Qualche consiglio in piu’.

Eliminate i fiori appassiti staccando con un gesto netto anche lo stelo. Abbiate cura di togliere anche le foglie ingiallite. In effetti fiori e foglie appassiti se restano attaccati al tubero marciscono in fretta. Se si vuol far rifiorire la pianta l’anno successivo, una volta terminata la fioritura occorre diminuire sempre piu’ le annaffiature durante l’inverno, quindi si conservano i tuberi nel loro vaso, col terreno ben asciutto e in un luogo fresco.

Questo fino all’inizio dell’autunno quando i tuberi dovranno essere tolti dal terreno e rinvasati nello stesso vaso ma con del terriccio nuovo e fresco. Quindi si posiziona il vaso alla luce e al fresco. In questa fase occorre annaffiare tanto quanto basta per inumidire soltanto il terreno. Poi una volta che si saranno sviluppate le foglie si trattera’ il ciclamino come spiegato sopra.

Condividi questo articolo