Internet è il vero insegnante della società di oggi

internet

Net Children Go Mobile: il 34% degli under 16 usa internet per studiare. Giovani sempre più social e boom della navigazione da mobile

Internet riconfigura il modo di creare socialità, di condividere esperienze e di studiare. I giovani della nuova società della connessione totale sono sempre più a proprio agio con le tecnologie di rete e sempre più precoci nell’utilizzarle. Ciò anche grazie a un aumento esponenziale degli strumenti messi a disposizione e a un’esposizione sempre più ampia agli accessi internet, favoriti anche da portali per la comparazione di tariffe di navigazione internet come SuperMoney e da un’informatizzazione crescente.

Net Children Go Mobile: indagine sul rapporto tra internet e giovanissimi

Secondo il rapporto del Net Children Go Mobile, sostenuto con fondi della Commissione Europea a sostegno del progetto Safer Internet Programme e realizzato dall’Università Cattolica, il rapporto tra ragazzini di età compresa tra i 9 e i 16 anni e tecnologie internet è sempre più saldo.

Internet aiuta a studiare

Internet come strumento di svago e condivisione, ma anche importante soluzione per la didattica. Il primo dato che colpisce, infatti, fa riferimento al numero di giovani e giovanissimi che utilizza la rete come supporto durante i compiti: nel 2014, il 34% degli intervistati ha dichiarato di utilizzare abitualmente la rete come supporto allo studio. La stessa percentuale, per dare un’idea della crescita del fenomeno, nel 2010 era stata pari al solo 10% ed è più che triplicata nell’arco di un quadriennio. Inoltre, la percentuale sale fino al 43% se si considerano soltanto i ragazzi di età compresa fra i 13 e i 16 anni.

Prendendo in considerazione la fascia d’età 9-12 anni, la percentuale di studenti che si è servita della rete per i propri compiti è risultata pari al 27% tra i ragazzini che possiedono uno smartphone e scende al 13% in caso contrario. Il dato dimostra come stia crescendo in maniera significativa l’importanza delle connessioni in mobilità, promosse da smartphone e tablet.

Giovani sempre più social

Nella fascia 13-14 anni, prendendo in considerazione i ragazzi che dispongono di un accesso a internet, nel 2014 96 giovani su 100 possedevano almeno un profilo social personale, contro il 68% del 2010. Percentuale lievemente inferiore nella fascia 15-16 anni, in cui a possedere un profilo su piattaforme di social network è risultato il 93% del totale, contro il 57% riscontrato quattro prima.

Lo smartphone si dimostra uno strumento decisivo nei primi approcci dei giovani a internet: nel target 9-12 anni, il 27% di chi possiede un dispositivo mobile con accesso alla rete ha condiviso foto e video con amici e parenti, percentuale che scende fino al 4% tra i giovani che non possiedono uno smartphone con accesso a internet.

Una statistica più generale ma che permette un’analisi più ampia è quella in riferimento all’uso di internet tout court: nel 2014 il 69% degli under 16 ha acceduto a internet, contro il 62% del 2010, il 38% lo ha fatto tramite smartphone dalla propria cameretta, contro il 4% rilevato quattro anni prima.

Condividi questo articolo