Libero mercato energia più conveniente di quello tutelato

energia

Nomisma Energia: il libero mercato fa risparmiare in un anno 107 euro sul gas e 71 euro sull’energia elettrica

Il libero mercato nel settore dell’energia conviene e può fare risparmiare fino a quasi 200 euro per famiglia in un anno. Queste sono le risultanze emerse dall’ultima indagine di Nomisma Energia, azienda privata del comparto energia e ambiente sui costi dei consumi di energia domestica. La possibilità di utilizzare comparatori come supermoney.eu per il confronto fra le tariffe energetiche e la pluralità di pacchetti diversificati e personalizzabili sta sospingendo il libero mercato a discapito del regime a maggior tutela.

Il sorpasso del libero mercato

Fino a oggi le analisi di settore avevano sempre dimostrato come le tariffe della maggior tutela – in cui è direttamente il Garante (Aeegsi) a stabilire la soglia massima di prezzo sui servizi – fosse più vantaggiosa rispetto ai costi presentati dal libero mercato delle utenze.

Lo studio pubblicato dalla società indipendente, invece, dimostra una realtà differente: secondo quando rivelato, passando al regime libero sarebbe possibile risparmiare fino a 107 euro annui sulle bollette del gas e fino a 71 euro per ciò che riguarda le utenze sull’energia elettrica. In tutto, il risparmio totale sui dodici mesi per famiglia può attestarsi fino a 178 euro.

Esodo di consumatori

Una risultanza che sembra essere già nota ai consumatori. Basta pensare, sempre secondo quanto pubblicato nella ricerca, che il numero di consumatori che hanno scelto di migrare verso il libero mercato è pari a 9 milioni per ciò che concerne la fornitura di energia elettrica, a cui si aggiungono 5,8 milioni di utenti che hanno compiuto le medesime scelte nel comparto gas. In tutto, poco meno di un terzo degli italiani ha abbandonato la maggior tutela. Di essi, inoltre, 1,3 milioni nel comparto elettricità e 1,7 milioni per il gas hanno eseguito il passaggio nel corso del 2014.

Benefit e omaggi

Oltre ai benefici di natura prettamente economica sulla bolletta, a stimolare il passaggio da una parte all’altra dell barricata concorrono vantaggi di natura commerciale. Gli operatori del settore, infatti, incoraggiano gli utenti al passaggio attraverso speciali benefit, promozioni, offerte e omaggi.

Carte vantaggi e tessere fedeltà permettono di usufruire di particolari sconti, bonus per acquisti ecc. Diversi fornitori, inoltre, includono spesso all’intero delle proprie soluzioni un’assicurazione sulla casa concessa a titolo gratuito.

Ad agevolare il passaggio al libero mercato contribuisce anche una politica più flessibile per ciò che riguarda il cambio di tariffe: secondo le norme vigenti, infatti, non sono previsti oneri di alcun tipo e la continuità del servizio è garantita dalla stessa Autorità sull’Energia Elettrica, il Gas e il Sistema Idrico.

Condividi questo articolo