Mutui, i mediatori creditizi? Altroconsumo: nessuna trasparenza né correttezza.

banconote

Trasparenza e correttezza? Non sono certo qualità da cercare tra i mediatori creditizi o gli agenti finanziari, quando si ha bisogno di un mutuo. E’ il quadro che emerge dall’indagine condotta da Altroconsumo su 160 mediatori e agenti finanziari in 10 grandi città italiane (Bari, Bergamo, Bologna, Brescia, Genova, Milano, Napoli, Roma, Torino e Verona). Tra i 73 professionisti che hanno fatto un’offerta di mutuo, nessuno ha dato le informazioni necessarie per capire i costi e le condizioni della mediazione e del mutuo proposto.

Le offerte ricevute sono meno convenienti rispetto a quelle ottenibili direttamente dalle banche coinvolte e la mediazione si paga con la commissione.

Una fotografia opaca, segnalata oggi alla Banca d’Italia e all’Organismo degli Agenti e dei Mediatori. “Uno spaccato allarmante su un ruolo che dovrebbe facilitare il processo di accesso al credito ipotecario per il risparmiatore, non ingarbugliarlo – denuncia Altroconsumo – fornire una consulenza indipendente e offrire prodotti migliori ai consumatori usando la propria forza contrattuale. Così non è risultato dall’inchiesta”.

In Italia ci sono 6.488 agenti in attività finanziaria e 289 mediatori creditizi iscritti all’albo.

Diverso lo scenario riscontrato tra i mediatori online, che si sono distinti tutti per trasparenza e correttezza delle informazioni: non solo è stato possibile fare comparazioni tra i prodotti e individuare il miglior finanziamento; per tutti i costi per la mediazione sono stati pari a zero, oltre alla disponibilità dei fogli informativi su tutti i prodotti proposti e al contratto di mediazione.

I consigli per scegliere il mutuo giusto:

  • Se scegli un mediatore creditizio, verifica che sia un soggetto iscritto negli albi presso l’Organismo di controllo.
  • Fatti consegnare il contratto di mediazione o consulenza e verifica i costi che dovresti sopportare, oltre alle eventuali penali, se il mutuo non dovesse essere erogato dalla banca. Se sono previste penali, non firmare.
  • La mediazione va pagata solo dopo aver concluso il mutuo davanti a un notaio.
  • È tuo diritto avere i foglietti informativi del mutuo e del servizio di mediazione al momento della richiesta di informazioni, così da fare una scelta consapevole.
  • I mediatori online offrono un buon servizio per avere un’idea delle offerte presenti sul mercato. Ma tieni conto che le offerte riportate sono quelle delle banche con cui hanno un accordo.
  • Per avere un mutuo non è necessario avere il conto corrente presso la stessa banca o acquistare polizze danni o vita vendute dalla stessa. Si tratta di una pratica scorretta da denunciare.
  • Per problemi di qualsiasi tipo, fai un reclamo per iscritto alla banca, che è tenuta a rispondere entro 30 giorni. Nel caso che non lo faccia, è possibile rivolgersi all’Arbitro bancario e finanziario.
  • Il servizio online Altroconsumo è a tua disposizione per aiutarti a trovare il mutuo più conveniente.

Condividi questo articolo