Napisan, Altroconsumo denuncia all’Antitrust pubblicità online

napisan

 

“Protetti e Napisanizzati”. Ovvero: bimbi che indossano vestiti perfettamente puliti e igienizzati perché trattati con Napisan. Il prodotto torna nel mirino di Altroconsumo, che ha deciso di segnalare la comunicazione commerciale fatta in rete dall’azienda perché tende a far credere che bisogna igienizzare i vestiti dei bambini ogni volta che si sporcano. L’associazione inoltre denuncia: il prodotto è costoso e ha un elevato impatto ambientale.

 

Da un po’ di tempo in rete, soprattutto su Facebook, circola una nuova comunicazione commerciale di Napisan – afferma Altroconsumo – Con frasi come “Protetti e Napisanizzati” la pubblicità punta a farti credere che hai bisogno di igienizzare i vestiti dei tuoi bambini ogni volta vengono a contatto con terra, animali o mezzi pubblici. Si tratta dello stesso prodotto che avevamo già segnalato all’Autorità garante della concorrenza e del mercato perché in uno spot televisivo utilizzava come testimonial Tata Lucia protagonista del famoso programma “SOS Tata”. Sfruttando il ruolo di esperta della testimonial, lo spot lasciava intendere che se non usi Napisan non sei un bravo genitore”. Questa volta Tata Lucia non c’è ma il messaggio è simile: si vuole far credere che Napisan sia assolutamente necessario. Spiega Altroconsumo: “Non è così: una famiglia sana non ha nessuna necessità di prodotti “igienizzanti”, “disinfettanti” o “antibatterici”. Inoltre, questo prodotto è dannoso per l’ambiente e costoso. Per questa ragione abbiamo denunciato ancora una volta lo spot Napisan che gira in rete al Garante”.

 

Sulla pagina Facebook di Napisan, basta scorrere le immagini per trovare post di questo tenore: “La bambina è felice perché la sua tutina è uscita come nuova dalla lavatrice ed è pronta per regalarle un sonno tranquillo. Usate anche voi Napisan per igienizzare il corredo da nanna dei piccolini!”. E ancora: “Quanti minuti di sole avete preso oggi? Uscire all’aperto fa bene ai bimbi, anche nel mese delle allergie! Una volta rientrati a casa, infatti, a eliminare dai vestiti le tracce di germi e polline aerotrasportati ci pensa un lavaggio igienizzante con Napisan”.

 

Altroconsumo sottolinea inoltre che, secondo numerosi studi, crescere un bambino in un ambiente completamente asettico per il sistema immunitario può essere controproducente. Non solo: “Napisan e i prodotti similari hanno anche un elevato impatto ambientale: una volta finite negli scarichi, queste sostanze potrebbero interferire con i trattamenti di depurazione, quindi avere effetti negativi anche sulla flora e sulla fauna – spiega l’associazione – In ultima analisi, Napisan incide in maniera negativa anche sulla spesa delle famiglie. Ipotizzando una famiglia di 4 persone che fa 4 lavatrici a settimana, aggiungere Napisan Extra Protection liquido al bucato costa circa 100 euro all’anno”.

Condividi questo articolo