Natale, Adiconsum: vademecum per acquisti sicuri

Acquisti sicuri a Natale? Sì può, se si fa attenzione a una serie di accortezze che possono rendere più agevole e consapevole le spese delle feste. “I consumatori tengano bene a mente i loro diritti”, dice Adiconsum, che pubblica un pubblico vademecum dell’acquisto sicuro.

A cosa bisogna fare attenzione? Prima di tutto, spiega Adiconsum, bisogna diffidare di quei capi di abbigliamento che possono essere solo guardati e non provati (anche se è a discrezione del commerciante consentirla o meno), e conservare sempre lo scontrino per potere eventualmente cambiare la merce difettosa. Un’accortezza da seguire è quella di sapere che, a parte la merce difettosa, anche il cambio del capo, oltre alla prova, è a discrezione del commerciante: da tenere ben presente, in caso di acquisti per regali. Il consumatore si difende se fa valere la garanzia legale sui beni di consumo (con validità di 2 anni) che riconosce il diritto del consumatore a chiedere la riparazione, la sostituzione, la riduzione del prezzo o la risoluzione del contratto, in caso di difetto di conformità. In caso di acquisti via internet, c’è la possibilità di recedere dal contratto entro 14 giorni.

“Sarà un Natale all’insegna degli acquisti, in quanto il clima natalizio attira come sempre la voglia di spendere – dichiara Pietro Giordano, presidente nazionale di Adiconsum – E questo i commercianti lo sanno benissimo, tanto che pur di invogliare a spendere, accanto ai vecchi sistemi quali invio di sms, mail e comunicazioni varie con anticipo sui saldi, a riprova di come le regole su questa forma di sconti sia diventata un vero e proprio colabrodo, quest’anno hanno addirittura mutuato una consuetudine importata da oltreoceano, il Black Friday. Anche quest’anno, complice l’allerta terrorismo – prosegue Giordano – si registra un incremento di acquisti su internet. La scelta ricade su acquisti natalizi che siano utili e sostenibili economicamente socialmente ed ambientalmente, anche se questa sostenibilità ha un costo superiore ai prodotti che si acquistano normalmente”.

Condividi questo articolo