Natale, Consumatori: spesa per regali giù del 40% dal 2010 a oggi

spesa-famiglie-natale

La spesa delle famiglie per i regali di Natale segna una flessione continua dal 2010 a oggi: il calo in quattro anni è stato di quasi il 40% con una flessione di oltre 82 euro nel budget a disposizione, passato dagli oltre 200 euro del 2010 agli attuali 125 euro a famiglia. La stima è dell’Osservatorio nazionale di Federconsumatori che sottolinea come quest’anno sarà uno dei Natali più “freddi” degli ultimi anni in tema di consumi. Secondo quanto rilevato dall’Osservatorio negli ultimi anni c’è stata una inarrestabile caduta della spesa per i regali di Natale. 

Un andamento che si conferma anche quest’anno, con una contrazione del 6,2% rispetto allo scorso anno, ma se si estende il confronto al 2010 emerge che la flessione della spesa delle famiglie per i regali di Natale è pari al 39,9%. Sono oltre 82 euro a famiglia. La spesa di ogni famiglia per i regali di Natale è infatti passata, nel dettaglio, dai 208,33 euro del 2010 (pari a un giro d’affari complessivo di 5,2 mld di euro) ai 166 euro del 2011, poi è scesa ancora a 148 euro nel 2012, a 131 euro l’anno scorso e quest’anno si fermerà a 125,70 euro. I settori che hanno risentito maggiormente di tale andamento – e questo è noto da tempo – sono quello dei mobili, dell’arredamento e degli elettrodomestici, seguito da abbigliamento e calzature e dal turismo.

“È evidente che, di fronte a dati simili, l’unica strategia utile a rilanciare almeno in parte i consumi e risollevare le sorti di un Natale che si preannuncia come “il più freddo mai visto” è quella di avviare con effetto immediato l’anticipazione dei saldi che, anzi, come richiediamo da tempo, andrebbero completamente liberalizzati – affermano Federconsumatori e Adusbef – Molte famiglie, infatti, hanno rimandato le pur esigue spese per i regali a tale stagione promozionale, presentando sotto l’albero buoni e promesse di regali”.

Condividi questo articolo