Nuove tariffe elettriche, il 10 novembre convegno di consumatori e ambientalisti

Un convegno per spiegare “perché la riforma delle tariffe elettriche proposta dall’Aeegsi va cambiata in modo che diventi una reale opportunità per tutti”: è l’iniziativa organizzata per la prossima settimana da un insieme di associazioni (Adusbef, Codici, Greenpeace, ITALIA Solare, Kyoto Club, Legambiente e WWF) che il 10 novembre si daranno appuntamento presso la sede del GSE a Roma con l’obiettivo di spiegare in maniera dettagliata le criticità riscontrate nella riforma presentata dall’Autorità per l’energia (che sarà presente all’iniziativa per spiegare le sue ragioni) e per presentare una proposta alternativa.

“Un riforma che aumenta i costi dell’energia elettrica, incoraggia il consumo di energia prevalentemente da fonti fossili prelevata dalla rete, pregiudica gli investimenti già effettuati per impianti di autoconsumo e per l’efficienza energetica, non è conforme nè alla legge delega nè alle direttive comunitarie”, dicono le associazioni, che invece “credono fermamente che la riforma della struttura tariffaria per le utenze domestiche debba essere un’opportunità per tutti, per l’efficienza energetica, e in particolare per il fotovoltaico. Una riforma che preveda una tariffazione compatibile con i principi di efficienza energetica e con l’autoproduzione da fotovoltaico nonché sistema tariffario proiettato verso la generazione distribuita e le smart grid”.

Condividi questo articolo