Osservatorio: ecobonus per acquisti di condizionatori a pompa di calore

 

Grazie agli ecobonus è possibile acquistare un condizionatore a pompa di calore risparmiando il 50% della spesa. Questi elettrodomestici, infatti, rientrano nell’elenco delle “opere finalizzate al risparmio energetico” e il loro acquisto può dunque essere agevolato dalle detrazioni fiscali previste per legge. Per fare questo investimento una famiglia può informarsi sui prestiti online, solitamente più vantaggiosi dei prestiti tradizionali, per l’acquisto di elettrodomestici e si possono sfruttare gli ecobonus anche senza effettuare ristrutturazioni edilizie e risparmiare sull’energia.

 

È quanto si legge anche sul sito dell’Agenzia delle Entrate che nella Guida alle agevolazioni Irpef per le ristrutturazioni edilizie include anche la sostituzione di caloriferi e condizionatori sempre finalizzati al risparmio energetico. Alla detrazione fiscale del 50% per gli ecobonus, tra l’altro, c’è anche da aggiungere uno sconto sull’aliquota Iva che per questi interventi scende dal 20 al 10%, ma solo fino al valore della manodopera e l’acquisto di altri materiali.

 

È bene però sapere che non tutti i condizionatori possono godere degli ecobonus. Per ottenere la detrazione fiscale al 50% con tetto di spesa a 96 mila euro, infatti, è necessario acquistare condizionatori con pompa di calore. Questi moderni strumenti possono andare a sostituire il vecchio impianto di riscaldamento e quindi contribuire al risparmio energetico di una abitazione. Le pompe di calore, infatti, possono rinfrescare d’estate e riscaldare d’inverno.

 

Sostituire il vecchio impianto di riscaldamento con un condizionatore a pompa di calore è un’ottima soluzione per risparmiare sulla bolletta dell’energia e produrre meno emissioni di CO2. Tuttavia per ottenere le detrazioni fiscali degli ecobonus è necessario richiedere all’installatore una dichiarazione di conformità dell’impianto al conseguimento del risparmio energetico. In genere questo documento viene consegnato automaticamente insieme ai fogli informativi dell’apparecchio acquistato.

 

Ricordiamo agli interessati che gli ecobonus al 50% sono attivi fino al 31 dicembre 2014 ed è possibile estendere le detrazioni fiscali anche all’acquisto di nuovi mobili o elettrodomestici ad alta efficienza energetica. È importante quindi cominciare a prendere domestichezza con le varie etichette per capire a quale classe energetica appartiene un apparecchio elettrico. Ovviamente le detrazioni fiscali si applicano solo per gli elettrodomestici con classe A+ o superiori.

 

Le classi energetiche di un elettrodomestico come può essere un frigorifero, una lavatrice o un climatizzatore, variano a seconda dei kW consumati. I migliori apparecchi sono quelli appartenenti alle classi A, A+, A++, A+++. Come detto prima, uno dei modi per effettuare questo investimento è chiedere un prestito finalizzato che può permettere di trovare la liquidità necessaria a condizioni convenienti. Il consiglio per trovare i prestiti più convenienti è quello di confrontare le offerte online.

 

Internet, quindi, può essere un grande alleato per un consumatore che vuole risparmiare. Ad esempio per l’acquisto di un condizionatore a pompa di calore si possono visitare diversi siti web e chiedere dei preventivi di spesa. Attraverso i blog e i siti specializzati nel settore, poi, è possibile trovare le opinioni dei clienti su un determinato prodotto. Il consiglio che diamo agli interessati è quindi di informarsi e scegliere il prodotto più conveniente per le proprie esigenze.

Condividi questo articolo