Pasqua cruelty free: il goloso menu LAV per risparmiare gli agnelli

xpasqua2015lav.jpg.pagespeed.ic.nrjzswMyAOyLuzDQ0jwm

Mancano ormai pochi giorni alla Pasqua. Una festa per tutti ma non per alcuni animali, agnelli in testa, che in questo periodo dell’anno vengono macellati in maggiori quantità. Per questo,  la Lav ha invitato ancora una volta tutti a festeggiare una Pasqua di solidarietà con il Pianeta e i suoi abitanti.

Sono circa 400 mila gli agnelli e i capretti che vengono uccisi ogni anno. Tuttavia, negli ultimi cinque anni si è registrato un crollo dei consumi della carne proveniente da questi animali. Basti pensare che nel 2010 gli agnelli e i capretti macellati nel nostro paese erano 4.834.473, mentre nel 2014 ne sono stati macellati 2.129.064, meno della metà.

Numeri incoraggianti, certo, ma nel mese di aprile dello scorso anno, in concomitanza con la Pasqua sono stati macellati comunque 371.932 agnelli e capretti.

Per noi anche un solo animale ucciso è troppo e continueremo la nostra opera di sensibilizzazione affinché si raggiunga la quota zero. L’aumentata consapevolezza di cosa c’è dietro/dentro un alimento è figlia dell’attenzione sempre più ampia alle variabili ambientali, etiche e salutistiche che caratterizzano un cibo. Nel caso dei piccoli ovicaprini è evidente una componente in più: l’empatia, che ha condotto negli ultimi cinque anni ad un più che dimezzamento del consumo di agnelli e capretti” dice Paola Segurini, responsabile settore Veg della LAV.

Francesca Mancuso

Fonte: greenme.it

 

Condividi questo articolo