Pneumatici, Altroconsumo da oggi si passa a quelli estivi o si rischia multa

PNEUMATICI INVERNALI

Dal 15 aprile non è più obbligatorio circolare con pneumatici invernali. Ma cosa succede se non montiamo le gomme estive? Si rischia una multa che va da 419 euro a 1682. E’ quanto scrive Altroconsumo facendo riferimento alla circolare del Ministero dei Trasporti che stabilisce sanzioni per chi, dopo il 15 maggio, viene trovato a circolare ancora con le gomme invernali. Le interpretazioni di questa circolare sono diverse e Altroconsumo precisa: le sanzioni ci sono ma solo in alcuni i casi, ad esempio se le gomme invernali hanno un indice di velocità inferiore a quello riportato sulla  carta di circolazione. 

La circolare prevede che dal 16 maggio scattano le infrazione per tutti coloro che hanno pneumatici invernali di tipo M+S con un codice di velocità inferiore a quello che è indicato sul libretto di circolazione dell’auto. L’indice di velocità è un codice alfabetico che corrisponde alla velocità massima alla quale un pneumatico può viaggiare. Per sapere qual è, basta leggerlo sul fianco di uno degli pneumatici: è la lettera finale. E per capire se è più basso di quello riportato nel libretto di circolazione, basta prendere il libretto e leggere i codici consentiti alla voce “Pneumatici” riportati nella terza pagina del libretto.

Le multe previste dalla circolare vanno da 419 euro a ben 1.682, e sono previsti anche il ritiro della carta di circolazione e l’invio in revisione del veicolo. La normativa, infatti, prevede che nessuno potrebbe viaggiare con pneumatici dotati di codici di velocità inferiori rispetto a quelli riportati sulla carta di circolazione. Ma durante il periodo invernale viene ammessa questa deroga, la cui applicazione arriva fino al 15 maggio.

Non ci sono obblighi di legge, invece, per chi monta  pneumatici invernali con lo stesso indice di velocità indicato sulla carta di circolazione, ma il nostro consiglio è di sostituirli comunque con quelli estivi per evitarne l’usura e per avere migliori condizioni di sicurezza e minori consumi di carburante. Se non l’hai ancora fatto, puoi mettere a confronto tutti i modelli del nostro test, scegliere quello con il miglior rapporto qualità prezzo e, se disponibile, lo puoi anche acqustare sul sito online  convenzionato per tutti i nostri soci.

Condividi questo articolo