Poltronesofà, promozione infinita: multa di 500mila € per pubblicità ingannevole

POLTRONE SOFA

Mezzo milione di euro di multa a Poltronesofà per pubblicità ingannevole (segnalata da Altroconsumo). L’Associazione ha denunciato all’Antitrust, ad aprile scorso, l’ingannevolezza dei messaggi pubblicitari in cui si indica la scadenza delle promozioni usando termini assertivi quali “termina definitivamente domenica” o altre espressioni simili, quando in realtà la data di scadenza delle promozioni verrebbe, di fatto, posticipata di volta in volta.

In particolare, tra ottobre 2013 e aprile 2014 la società Poltronesofà ha diffuso diversi spot pubblicitari, andati in onda sulle emittenti televisive Rai e Mediaset, in cui si prospettava la possibilità di acquistare alcune collezioni di divani a prezzi scontati, con uno sconto fino al 70% su tutta la collezione,  indicando un termine di scadenza particolarmente ravvicinato. In alcuni messaggi pubblicitari è stata anche prospettata la possibilità di acquistare alcuni divani in pronta consegna risparmiando fino a 1000 euro, indicando come termine di validità della promozione i 3 giorni successivi alla diffusione dei messaggi, avvertendo in sequenza che mancavano solo 24 ore, 18 ore, 16 ore alla scadenza della promozione.
 
In molti messaggi accanto all’immagine del divano in promozione compariva un prezzo barrato ed in basso il prezzo scontato di vendita, con una differenza molto elevata. Le varie promozioni hanno avuto, rispettivamente, scadenza il 13 e 27 ottobre, il 17 novembre, il 1° e 8 dicembre 2013. Nei giorni 13, 14 e 15 dicembre 2013 sono stati promessi sconti fino al 70%. Poi, fino al 9 febbraio 2014 è stata pubblicizzata la possibilità di doppi saldi. Ulteriore promozione è stata veicolata nel periodo 13–16 febbraio. Una nuova scadenza della promozione è stata fissata il 2 ed il 23 marzo. Infine, alcuni messaggi hanno informato di prezzi lancio fino al 13 aprile.
 
Le promozioni sono state qualificate negli spot sempre come irripetibili o con l’indicazione “finiscono definitivamente”, mentre in realtà (come scrive l’Antitrust nel suo bollettino pubblicato oggi) “la società Poltronesofà utilizza l’indicazione di sconti sul prezzo dei divani e delle poltrone offerti in vendita come elemento costante di tutte le campagne pubblicitarie. Si tratta di una vera e propria strategia commerciale volta ad acquisire il maggior numero di clienti inducendoli a ritenere che quella determinata promozione abbia una durata limitata nel tempo e sia non replicabile.
 
Al di là delle differenti collezioni poste in saldo (come sostiene la società per difendersi), “i destinatari dei messaggi percepiscono semplicemente che tutti i prodotti in vendita sono in promozione e le indicazioni relative alla breve durata delle promozioni risulta idonea ad ingenerare confusione, sia sui prodotti, che sull’entità degli sconti proposti di continuo. Quindi, secondo l’Antitrust, l’impostazione delle campagne pubblicitarie di Poltronesofà è idonea ad indurre i destinatari in errore in quanto li porta a credere che per usufruire degli sconti pubblicizzati sia necessario procedere all’acquisto dei prodotti in un tempo limitato, perché le promozioni finiscono e o si modificano in senso che può essere non più favorevole per gli eventuali acquirenti.

Condividi questo articolo