Pompelmo: un frutto ricco di proprietà ma da usare con cautela

pompelmo

Un frutto dal sapore amaro non gradito a tutti. Parliamo del pompelmo nella sua variante gialla e in quella rosa (un po’ più dolce). Ottimo per preparare una bella spremuta solo o insieme ad altri agrumi, da mangiare intero o da utilizzare nella realizzazione di ricette agrodolci in cucina.

Con questo frutto però bisogna fare un po’ di attenzione. E’ stata infatti dimostrata la sua capacità di interferire con alcuni tipi di farmaci (tra cui la pillola anticoncezionale e i farmaci anticolesterolo) e può bastare davvero poco, ad esempio una spremuta più un frutto intero, per andare a diminuire l’assorbimento dei medicinali con rischi pericolosi per la salute. 

Da evitare quindi se si stanno assumendo farmaci, a meno che non sia stato il vostro medico a darvi l’ok per il consumo di questo frutto. Negli altri casi, invece, (gastrite esclusa) il pompelmo è assolutamente consigliato data la ricchezza di proprietà e le poche calorie che apporta.

Come gli altri agrumi contiene buone quantità di vitamina C (1 pompelmo= 70/80 mg) oltre che vitamine A e del gruppo B. E’ ricco di fibre, sali minerali (in particolare potassio) e flavonoidi, ovvero antiossidanti! Inoltre è spesso consigliato nelle diete dimagranti per le sue doti brucia grassi e perché ricco d’acqua com’è stimola la diuresi.

Il pompelmo è anche un frutto particolarmente utile alla disintossicazione del fegato, alla riduzione del colesterolo LDL e, nella sua variante rosa, grazie alla presenza di licopene alla prevenzione di alcuni tumori.

Un discorso a parte può essere fatto invece per i semi di pompelmo che molte persone utilizzano con successo per curare varie patologie di tipo infettivo. A questo proposito vi consiglio di leggere semi di pompelmo: proprieta’, utilizzi e dove trovare l’estratto.

Ottimo anche l’olio essenziale di pompelmo, tonico, stimolante, antidepressivo… si può diffondere in casa oppure utilizzare diluito per fare un bel bagno caldo!.

 

Fonte: greenme.it

Condividi questo articolo