Professionisti: obbligo di accettare bancomat scatta da giugno

Bancomat L’obbligo di accettare il bancomat per negozi e professionisti è rimandato a giugno. La recente conversione in legge del decreto legge cosiddetto “milleproroghe” ha rimandato infatti al 30 giugno 2014 la data di entrata in vigore dell’obbligo per i negozi, professionisti ed in genere chi vende prodotti e servizi, di accettare pagamenti con carte bancomat. Nella sua prima fase di introduzione l’obbligo doveva scattare il 1 gennaio 2014, slittato al 28 marzo per effetto del decreto attuativo arrivato nel frattempo e poi definitivamente rimandato al 30 giugno per “consentire alla platea degli interessati di adeguarsi”.   Nel dettaglio, ricorda l’Aduc, l’obbligo riguarda tutti i pagamenti di importo superiore a 30 euro disposti dai consumatori a favore di negozi, imprese e professionisti per l’acquisto di beni e/o servizi, anche per via telematica e si prevede che debbano essere accettati pagamenti effettuati con carte di debito, che comprendono tutte quelle carte che comportano addebiti in tempo reale, quindi bancomat o carte prepagate. Negozi e professionisti continuano invece ad avere la facoltà di non accettare pagamenti effettuati con carte di credito o carte revolving, o con altri mezzi tipo assegni e/o bonifici. E’ sempre possibile, comunque, pagare in contanti, nel rispetto del limite imposto dalle norme sull’antiriciclaggio (importi sotto i 1.000 euro).

Condividi questo articolo