Ricette Stagione Invernale

ricette_invernaliSpinaci

Recenti studi hanno dimostrato che gli spinaci sono una delle migliori fonti di luteina, un antiossidante fondamentale per proteggere la salute degli occhi. A completare l’identikit di verdura salvavista la ricchezza in rame, una sostanza usata per prevenire il glaucoma e ridurre la pressione oculare. Un consumo regolare di spinaci è consigliato a tutte le persone con più di 50 anni e, in generale, a chi ha familiarità con problemi alla vista.

Ricetta: Frittelline di spinaci e stracchino

Indivia belga

Per la stitichezza, l’indivia belga è considerata il rimedio migliore tra le verdure, grazie alla sua ricchezza in lignina, una fibra insolubile che attira acqua nel lume intestinale. Inoltre, è un’eccellente fonte di vitamina B3 che aiuta la flora batterica intestinale ad agire al meglio. Se gli italiani e gli europei chiamano questo tipo di cicoria indivia belga, i belgi la chiamano oro bianco americano, a causa delle intense esportazioni di questì ortaggio negli Stati Uniti dove è molto apprezzata, tanto che Michelle Obama ha dichiarato recentemente di consumarla quasi quotidianamente, consigliando ai cittadini americani di introdurla il più possibile nella dieta.

10 Cal/100g

Ricetta: Spaghetti con indivia belga in salsa di verza e taleggio

Kiwi

I kiwi sono un’ottima fonte di polifenoli, potenti antiossidanti, che aiutano l’organismo a contrastare la stanchezza fisica e mentale. Sono, inoltre, ricchi di vitamina C e potassio, due sostanze che proteggono dallo stress ossidativo, responsabile dell’indebolimento del sistema immunitario. Quest’azione salutare, insieme all’integrazione dei polifenoli, favorisce il senso di benessere generale, aumentando la forza fisica e la resistenza alle malattie. L’Italia è il secondo produttore al mondo di kiwi, dopo la Cina, il primo nel mercato biologico. Il Kiwi Latina ha addirittura ottenuto il riconoscimento Igp (Indicazione geografica protetta) dall’Unione europea.

44 Cal/100g

Le Ricette

[gn_tabs style="3"][gn_tab title=”Spaghetti con indivia belga in salsa di verza e taleggio“]Tempi di preparazione: 20′

Tempi di cottura: 30′

Difficoltà: facile

Vegetariano

Per 4 persone

320 g di spaghetti integrali, 4 cespi di indivia belga, una decina di foglie di verza, 100 g di taleggio, 2 spicchi d’aglio, una decina di foglie di salvia, mezzo cucchiaino di curcuma, latte, olio e. v. d’oliva, sale

1 Tagliate le foglie di verza in 4-5 parti e lessatele in abbondante acqua salata per 10 minuti, fino a renderle tenere. Scolatele con una schiumarola su un piatto, conservando al caldo l’acqua di cottura. Lasciatele intiepidire, strizzatele leggermente e poi frullatele insieme al taleggio in pezzi fino a ottenere una crema da ammorbidire con poco latte.

2 Sfogliate i cespi di belga, mettendo da parte qualche fogliolina per la decorazione e tagliate le foglie in striscioline sottili.

3 Tritate finemente aglio e salvia, quindi rosolateli per uno-due minuti in una padella dal fondo spesso insieme a 3-4 cucchiai d’olio, aggiungete le striscioline di indivia, salate e fate saltare a calore vivace per 5 minuti scarsi. Passato questo tempo, abbassate la fiamma e unite la curcuma diluita in mezzo bicchiere d’acqua di cottura della verza e cuocete per altri 2-3 minuti.

4 Riportate a bollore l’acqua della verza e lessatevi al dente gli spaghetti. Scolateli e tuffateli nella padella con l’indivia facendoli insaporire per un minuto; distribuiteli nei piatti e sistemate nel mezzo la crema di verza riscaldata. Decorate con le foglie messe da parte e servite.[/gn_tab][gn_tab title=”Frittelline di spinaci e stracchino“]Tempi di preparazione: 10 minuti

Tempi di cottura: 10 minuti

Vegetariano

Difficoltà: facile

Per 4 persone

150 g di farina, 150-200 g di stracchino a fettine, 2 uova, 100 g di spinaci da insalata, 1 cucchiaio di prezzemolo tritato, la punta di un cucchiaino di lievito per dolci non vanigliato, 20 g di burro, 150 ml di latte, olio e. v. d’oliva, sale, pepe

1 Mescolate con una frusta la farina con il latte e le uova, facendo attenzione a non formare grumi. Quindi unite il burro fuso, il lievito, il prezzemolo, una presa di sale e di pepe; per ultime aggiungetele foglie di spinaci a striscioline sottili. Dovete ricavare una pastella piuttosto consistente.

2 Scaldate in una padella dal fondo spesso 2 cucchiai d’olio e cuocete il composto a cucchiaiate ottenendo frittelle di circa 7-8 cm di diametro. Cuocetele a fiamma moderata per uno-due minuti, o finchè non inizieranno a formarsi delle bollicine in superficie. Voltatele e cuocetele per un altro minuto, se necessario versate altro olio.

3 Impilate le frittelle nei piatti, inserendo tra l’una e l’altra una fettina di stracchino che si scioglierà leggermente con il calore. Servitele insieme a un’insalatina a scelta.[/gn_tab][gn_tab title=”Tortine di nocciole e kiwi al cardamomo“]Tempi di preparazione: 20

Tempi di cottura: 25

Difficoltà: media

Vegetariano, senza latticini

Va preparato in anticipo

Per la frolla: 170 g di farina semintegrale (di tipo 2), 120 g di malto di riso o di mais, 60 g di prugne secche tritate, 50 g d’olio di riso o di mais, 30 g di farina di nocciole, 1 cucchiaino di cremor tartaro, sale

Per il ripieno: 200 g di kiwi più 1-2 kiwi per decorare, 250 g di mele golden, 70 g di malto di riso o di mais, 1 limone, 2 capsule di cardamomo; erbe aromatiche per decorare e legumi secchi per la cottura

1 Pelate e riducete in tocchetti 200 g di kiwi e le mele, mantenendoli separati. Riunite in un pentolino le mele, le capsule di cardamomo, 2 pezzi di scorza del limone e 3 cucchiai d’acqua. Cuocete a fuoco basso per 5 minuti, girando di tanto in tanto con un cucchiaio di legno. Aggiungete i tocchetti di kiwi e continuate la cottura per altri 5 minuti.

2 Trasferite la frutta cotta in una ciotola, conditela col succo di mezzo limone e col malto di riso, quindi lasciatela rassodare per 2-3 ore in frigorifero.

3 Mescolate in una ciotola la farina semintegrale con la farina di nocciole, un pizzico di sale e il cremor tartaro setacciato.

4 Versate nel bicchiere del frullatore a immersione il malto e l’olio per la frolla e frullateli per qualche secondo. Quindi versateli nella ciotola con le farine e lavorate con le mani fino a ottenere un impasto morbido; verso la fine unite le prugne. Formate una palla e lasciatela riposare in frigo per 30 minuti.

5 Stendete la frolla con un matterello a uno spessore di pochi millimetri. Rivestite con la pasta 4 stampi per tartellette da circa 9 cm di diametro foderate con carta da forno. Copritele con altra carta da forno da cospargere con una manciata di legumi secchi per evitare che si gonfino. Infornate a 180 C per 10 minuti, quindi lasciatele raffreddare completamente.

6 Farcite le piccole crostate con la confettura di kiwi e mela, privata dalle capsule di cardamomo e dalle scorze di limone. Quindi infornatele nuovamente a 180 C per 5 minuti. Prima di servirle, decoratele con qualche cubetto di kiwi ed erbe profumate[/gn_tab][/gn_tabs]

Il Menù: lenticchie a tutto pasto

Impariamo ad utilizzare le lenticchie in una panoramica di ricette diverse, dall’antipasto al secondo piatti, tutti vegetariani e privi di latticini.

[gn_tabs style="3"][gn_tab title=”Frittelle di lenticchie rosse“]Tempi di preparazione: 15′

Tempi di cottura: 15

Difficoltà: facile

Vegetariano, senza latticini

Per 4 persone

150 g di lenticchie rosse cotte, 150 g di farina, 1 cucchiaio di zenzero fresco grattugiato, 1 cucchiaino di prezzemolo tritato, 5 g di lievito di birra fresco (un quinto di un cubetto), olio e. v. d’oliva, sale

1 Stemperate il lievito in mezzo bicchiere d’acqua tiepida, poi in una ciotola incorporate la farina al lievito, unendo altra acqua necessaria per ottenere una pastella densa da salare alla fine. Tenetela al caldo e ben coperta.

2 Mescolate alle lenticchie lo zenzero e il prezzemolo, quindi unitele alla pastella.

3 Versate a cucchiaiate distanziate la pastella in abbondante olio ben caldo, cuocendo le frittelle per 3-4 minuti circa. Scolatele man mano su carta da cucina e servitele calde, accompagnandole con un’insalatina verde.[/gn_tab][gn_tab title=”Risotto con doppie lenticchie e carciofi“]Tempi di preparazione: 15′

Tempi di cottura: 30′

Difficoltà: facile

Vegetariano, senza latticini e glutine

Per 4 persone

320 di riso superfino per risotti, 120 g di lenticchie rosse cotte e 2 cucchiai abbondanti di lenticchie verdi, 3 carciofi spinosi, 1 cipolla bianca, 50 g di nocciole tostate, 3-4 cucchiai di panna di soia (oppure normale), 1,2 l di brodo vegetale, 1 bicchiere di vino bianco, mezzo limone, olio e. v. d’oliva, sale

1 Frullate le lenticchie rosse insieme alle nocciole, a un cucchiaio d’olio e al brodo necessario per ottenere una crema densa e grezza.

2 Mondate i carciofi, affettateli e poi tritateli grossolanamente bagnandoli col succo del limone.

3 Rosolate la cipolla tritata con 3 cucchiai d’olio per 5 minuti abbondanti, aggiungete i carciofi e, dopo qualche minuto anche il riso, lasciandolo tostare per 2-3 minuti. A questo punto sfumate col vino e poi, versando poco brodo bollente per volta, cuocete il riso aggiungendo a metà cottura le lenticchie verdi.

4 Mantecate il riso ancora al dente con la panna per 2 minuti, poi distribuitelo nei piatti, posate nel centro la crema di lenticchie e portate in tavola.
[/gn_tab][gn_tab title=”Trofie verdi con salsa di lenticchie rosse“]Tempi di preparazione: 15′

Tempi di cottura: 20′

Difficoltà: facile

Vegetariano, senza latticini

Per 4 persone

400 g di spinaci, 350 g di trofie fresche, 200 g di lenticchie rosse cotte, 2 porri piccoli, 50 g di mandorle pelate, 20 g di funghi secchi, 2 cucchiai di concentrato di pomodoro, latte di soia, olio e. v. d’oliva, sale

1 Mondate gli spinaci e metteteli in una pentola con la sola acqua del lavaggio, cuoceteli per 5 minuti e scolateli. Una volta tiepidi strizzateli e frullateli con un pizzico di sale, un cucchiaio d’olio e le mandorle, versando il latte di soia necessario per ottenere una crema abbastanza densa.

2 Rosolate per 5 minuti i porri affettati finemente insieme a 3 cucchiai d’olio, aggiungete le lenticchie e i funghi già ammollati e tritati, lasciate insaporite per qualche minuto. Quindi salate, unite il concentrato di pomodoro sciolto in un bicchiere d’acqua e proseguite per altri 10 minuti.

3 Lessate le trofie in abbondante acqua salata per 5 minuti circa, scolatele non troppo asciutte e conditele subito con la crema di spinaci (se servisse, aggiungete un po dell’acqua di cottura della pasta). Distribuite le trofie nei piatti, disponete nel centro la salsa di lenticchie e servite.
[/gn_tab][gn_tab title=”Tortini di porri e lenticchie verdi con briciole di alga“]Tempi di preparazione: 20′

Tempi di cottura: 35′

Difficoltà: facile

Vegetariano, senza latticini e glutine

Per 4 persone

250 g di lenticchie verdi cotte, 200 g di tofu, 5 porri, 1 cucchiaino di semi di finocchio, 1 cucchiaino di scorza di limone grattugiata, 1 foglio di alga nori, brodo vegetale, olio e. v. d’oliva, sale

1 Tagliate i porri a rondelle spesse un centimetro, poi versateli in una padella dal fondo pesante con 3 cucchiai d’olio, un pizzico di sale e i semi di finocchio pestati. Mettete il coperchio e fate stufare a calore basso per 20-25 minuti.

2 Mettete da parte 2 cucchiai di porri stufati, quindi unite ai restanti in padella il tofu a cubetti, salate e lasciatelo insaporire per 5 minuti. Alla fine frullate il tutto fino a ottenere una crema densa.

3 Mescolate la crema ricavata alle lenticchie verdi, poi pressatela all’interno di 4 piccoli stampi appena oliati. Infornateli per 10 minuti a 120 C.

4 Frullate i porri tenuti da parte con un cucchiaio d’olio, la scorza di limone e il brodo necessario per una salsa piuttosto fluida.

4 Tostate, tenendolo a una distanza di 10 cm dalla fiamma del fornello a intensit¨¤ media, il foglio di alga con il lato lucente rivolto verso l’alto. Continuate fino a quando non assume una vaga colorazione verde, quindi sbriciolatelo.

5 Sformate i tortini e conditeli con la salsa di porri, guarniteli con le briciole di alga e servite.
[/gn_tab][gn_tab title=”Insalata di carote marinate con lenticchie verdi e mela“]

Tempi di preparazione: 15′

Tempi di cottura: 5′

Difficoltà: facile

Vegetariano, senza latticini e glutine

Va preparato in anticipo

Per 4 persone

200 g di lenticchie verdi cotte, 4 carote, 1 mela golden, 1 limone, 2 cucchiai di semi di sesamo, olio e. v. d’oliva, sale, pepe rosa

1 Eliminate con un pelapatate la buccia delle carote e poi continuate ad affettarle per il lungo, ricavando delle fettini molto sottili. Stendetele in una terrina larga, conditele con un pizzico di sale, 2 cucchiai d’olio e il succo del limone. Coprite e lasciate marinare per almeno un’ora.

2 Tostate dolcemente il sesamo per 5 minuti circa, mescolando di frequente.

3 Pelate la mela, tagliatela a cubetti e conditela subito con una parte del fondo delle carote e con un pizzico di sale.

4 Distribuite le carote in un vassoio, posate sopra le lenticchie scaldate leggermente e nel centro i cubetti di mela. Spolverate col pepe rosa, cospargete il sesamo e irrorate con 2 cucchiai d’olio e, se piace, con altra marinata delle carote. Servitela a breve.
[/gn_tab][/gn_tabs]

Fonte: ilMangiabio

Condividi questo articolo