UNC: la lotta allo spreco inizia dal supermercato

uomo supermercato

La lotta allo spreco inizia dal supermercato e dall’atto stesso del “fare la spesa”. Chi penserebbe infatti che andare a fare spese a stomaco vuoto aumenta il rischio di comprare prodotti inutili? È questo uno dei consigli che arriva dall’Unione Nazionale Consumatori che ha stilato un “decalogo” per limitare la quantità di prodotti che finiscono nella spazzatura. “La lotta allo spreco inizia al supermercato, quando si fa la spesa, e prosegue a casa, nel conservare i cibi nella maniera adeguata”, dice Massimiliano Dona, Segretario generale dell’Unione Nazionale Consumatori, che invita i consumatori a leggere il decalogo antispreco elaborato dall’Associazione per limitare i prodotti che finiscono nella spazzatura.

“Il primo consiglio che possiamo dare – sottolinea Agostino Macrì, esperto UNC in sicurezza alimentare – è quello di preparare la lista della spesa prima di andare al supermercato, pianificando i pasti della settimana. E’ inoltre importante scegliere gli alimenti con una vita residua più lunga (spesso sono quelli meno in vista negli scaffali del supermercato) e stare attenti ai formati convenienza: il 3X2 conviene solo se si consuma effettivamente il prodotto, altrimenti aumenta semplicemente il rischio che finisca nella spazzatura. Un altro ‘trucchetto’  è quello di non fare la spesa a stomaco vuoto così da evitare che  il carrello si riempia più facilmente di prodotti inutili. Una volta tornati a casa – prosegue Agostino Macrì -  è poi bene riporre ogni alimento al posto giusto: frutta e verdura nei cassetti, pesce e carne cruda al primo piano; carne cotta al secondo; affettati e formaggi più in alto; conserve aperte e uova ancora più su”. Prima di gettare via un prodotto, infine, vale il consiglio della nonna: aprire, odorare, assaggiare e poi decidere.

Condividi questo articolo