Xeros, una “particolare” lavatrice ecologica che riduce vertiginosamente consumo idrico ed elettrico

XEROS-1-300x274

A partire da questo mese, sarà disponibile sul mercato un innovativo elettrodomestico: la lavatrice Xeros, realizzata dall’omonima società, in collaborazione con i ricercatori dell’Università inglese di Leeds, che impiega delle micro-perle di nylon, formate da catene polimeriche in grado di separarsi leggermente anche in presenza di semplice umidità, assorbendo all’interno del loro nucleo tutte le macchie presenti sui vestiti durante il processo di lavaggio, con un risparmio di circa il 72% di acqua rispetto ad una lavatrice tradizionale, oltre ad una riduzione del consumo elettrico del 47% nel processo di lavaggio dei panni. Dato che l’acqua è uno dei beni più preziosi della Terra e che la sua difesa deve essere una prerogativa per tutti noi, di fronte all’emergenza idrica, la lavatrice ecologica potrebbe essere un primo passo per affrontare concretamente il problema.

  Anche se a prima vista Xeros può sembrare una comunissima lavatrice, dall’aria rassicurante e familiare, per via dell’accesso classico tramite la porta ed il display a colori del controller, in realtà il pregio della sua tecnologia è racchiuso al suo interno: le perline vengono memorizzate in un carter montato in basso nell’elettrodomestico, che viene distaccato dal tamburo di lavaggio della lavatrice, in modo da facilitare l’equilibratura della macchina durante la centrifuga ad alta velocità. La memorizzazione delle perline consente la loro pulizia durante l’utilizzo a lungo termine della lavatrice ecologica, controllandone facilmente l’igiene. Sempre montata in basso, c’è la pompa, che durante il ciclo di lavaggio sposta le perline dalla parte inferiore a quella superiore di Xeros, tramite una piccola quantità di acqua necessaria al loro trasporto. Le perline, una volta miscelate con il carico di lavaggio del cestello, esercitando una delicata ma incisiva azione meccanica, consentono di ottenere una smacchiatura eccezionale dei capi, seppur mantenendo un’estrema delicatezza dei tessuti; con un basso consumo idrico ma eccellenti prestazioni di risciacquo rispetto a quelle tradizionali. Durante esse, la pompa è spenta e le perline rimaste nel carico di lavaggio, attraverso l’alternanza tra bassa ed alta velocità, passano attraverso degli appositi fori sul tamburo e ritornano alla coppa per essere riciclate per un nuovo ciclo. Dopo aver rimosso il carico di lavaggio, Xeros è pronta per un nuovo utilizzo! Fonte: www.meteoweb.eu  

Condividi questo articolo