IL LAVORO DI MAMMA (E PAPÀ)? VALE MOLTO PIÙ DI 3000 EURO AL MESE!

Quanto vale il lavoro di una mamma? Autista, cuoca, insegnante privata, colf e chi più ne ha più ne metta. Ammesso che sia davvero necessario monetizzare ciò che una madre e più in generale un genitore fa per i propri figli, si parlerebbe di 3.045 euro,secondo i calcoli di ProntoPro.it, resi noti tramite Repubblica.

Tanto spetterebbe a una mamma per la sua attività quotidiana, considerando l’orario di lavoro 24 ore su 24 compresi i festivi. Una ricerca che fa quasi sorridere, come se una madre avesse bisogno di un riconoscimento in denaro per ripagare ciò che fa per i propri figli.

Sia essa una lavoratrice o una madre a tempo pieno, per necessità o per scelta fare la mamma, o essere genitore, è un impegno non da poco, che inizia alle prime ore del giorno con il ruolo di autista privato, richiesto per accompagnare i bambini a scuola, e poi ancora in palestra o piscina o dagli amici. Secondo l’analisi, la retribuzione oraria media per questoarebbe pari a 13 euro l’ora.

“La mamma è anche uno chef a domicilio, professione sempre più in voga e che guadagna mediamente 30 euro l’ora. Lavanderiastireria e pulizie sono le mansioni che in media portano via più tempo dato che per svolgere questi lavori si impiegano almeno 18 ore a settimana”, aggiunge il portale. “E quante volte la mamma diventa anche una personal shopper? La consulente per gli acquisti ha una paga oraria pari a 50 euro: questo significa che una madre, in un mese, ne guadagnerebbe almeno 150, considerando che la sua consulenza non verte solo su scarpe e vestiti, ma anche su libri, cancelleria, articoli sportivi e giocattoli”.

La tabella allegata all’analisi mostra esattamente quanto spetterebbe alla mamma:

mamma tabella

Inutile dire che una mamma assolve ai suoi compiti, così come i papà, senza nemmeno pensare a questo genere di ricompensa. Ben altre sono le aspettative dei genitori relativamente ai figli.

Va sottolineato il fatto che lo studio considera solo le mamme, ma i papà ormai sempre più spesso sostituiscono le mogli che lavorano, alternandosi a loro in tutto, dalle faccende domestiche all’educazione dei figli.

Francesca Mancuso

Fonte: greenme.it

 

Condividi questo articolo