RITIRATA CARNE DI MAIALE PER LA PRESENZA DI ANTIBIOTICI

Antibiotici sulfamidici nella carne di maiale. Per questo il Ministero della salute ha ritirato vari lotti di carne suina. Un rischio chimico che ha costretto le autorità a fermare le vendite e a ritirare il prodotto dal mercato.

La carne oggetto di richiamo è quella prodotta dal marchio Ambrosini Carni Srl con sede a Brusaporto (BG) in via San Domenico 62-64, ed è caratterizzata dalla denominazione “tagli anatomici di suino confezionati”.

Si tratta di un ritiro importante non solo per la motivazione, ossia la presenza di antibiotici sulfamidici, ma anche per la quantità dei lotti.

In particolare, quelli ritirati dalle vendite da parte del Ministero della salute sono:

4717005246

4717000010

1714400005

1714500002

4717005249

1705240004

8717006461

1714600005

0617011370

I lotti hanno peso variabile, da 0,304 kg a 583,928 kg e con data di scadenza da 1/06/2017 a 24/06/2017.

carne maiale antibiotici

Il Ministero invita pertanto a non consumare il prodotto.

Quello degli antibiotici nella carne è un problema di cui si parla da tempo. Anche se la carne di pollo è stata più spesso oggetto di allarme, anche le altre tipologie, soprattutto provenienti da allevamenti intensivi, destano preoccupazione.

È stato inoltre confermato che gli allevamenti sono l’incubatrice ideale per i super batteri resistenti agli antibiotici. La causa della nascita di superbatteri è infatti legata all’abuso di farmaci somministrati agli animali all’interno degli allevamenti.

Francesca Mancuso

Fonte: greenme.it

Condividi questo articolo