#StopBollo: la petizione per risparmiare sul bollo auto

 

#StopBollo è la mobilitazione del web italiano per eliminare il bollo auto e tutelare l’interesse degli automobilisti italiani…

 

Cos’è il bollo auto è risaputo: è la tassa che gli automobilisti (con questa parola indicheremo anche i motociclisti per semplicità, ndr) devono versare obbligatoriamente nella propria Regione indipendentemente dall’utilizzo o meno del mezzo; in parole povere è una tassa di possesso amministrata localmente.

Per quanto riguarda le offerte di assicurazione auto si può cercare di risparmiare consultando comparatori specializzati come SuperMoney, e quindi gestire le spese legate al proprio veicolo nelle maniere più adatte a seconda delle esigenze, per quanto riguarda il bollo, invece, non si può fare niente perché è indipendente dalle compagnie assicurative, essendo esclusivamente locale.

Se l’assicurazione auto si può non pagare interrompendola come consentito dalla legge, il bollo, della moto, ad esempio, deve essere pagato anche a dicembre, quando ci sono 2°C e la moto sta comodamente in garage. Non pagare il bollo ha come risultato pesanti sanzioni, tra cui la cancellazione del veicolo dal Pubblico Registro Automobilistico.

#StopBollo: per fermare il bollo auto si mobilita il web

Ritiro della targa e della carta di circolazione del veicolo, penali pecuniarie, iter burocratici per ripristinare i propri diritti e saldare i debiti contratti per i mancati pagamenti, il tutto con elevate spese da parte degli automobilisti italiani: tutte queste conseguenze negative sono quelle in cui ci si può imbattere non pagando il bollo auto.
Ma non è che pagandolo la situazione economica sia più rosea: proprio per questo, gli automobilisti italiani, che già devono pagare assicurazione auto e manutenzioni al proprio veicolo, hanno mobilitato il web e i social con la petizione #StopBollo, destinata al Presidente del Consiglio dei Ministri Matteo Renzi, al Ministro delle Infrastrutture e dei trasporti Graziano Delrio, a Angelo Sticchi Damiani (Presidente ACI) e a Pier Carlo Padoan (Ministro dell’Economia e delle Finanze).

Nella petizione si richiede a gran voce, almeno telematica, l’abolizione del bollo auto, presentato come tassa ingiusta perché tassa di possesso su un bene già di proprietà dell’intestatario del contratto. Una delle motivazioni forti su cui si basa la petizione è l’analisi del dato europeo e del pagamento (quando è obbligatorio) del bollo auto in alcuni stati: in Germania e Svizzera si pagano tasse in base alla tipologia del carburante o tasse fisse sommate alla tipologia di carburante, mentre in Francia, i proprietari di veicoli beneficiano di un dimezzamento del bollo auto al sesto anno di possesso.

#StopBollo: la mozione dei consumatori

La petizione ha raggiunto quasi le 83mila firme, su le 150mila necessarie per presentare la petizione, ma tutti gli automobilisti che vogliono richiedere a gran voce l’eliminazione del bollo auto possono ancora firmare online tranquillamente: “uniamoci tutti, per una volta, e facciamo sentire e capire che siamo stanchi di pagare queste inutili cifre onestamente guadagnate!”. Se anche voi la pensate così, non resta che firmare e tutelare i vostri risparmi.

Condividi questo articolo