Tutti in palestra per rimettersi in forma? Federconsumatori: ecco quanto ci costa

Quanto costa rimettersi in forma dopo l’estate? Nulla, se si decide di svegliarsi all’alba e dedicarsi alla camminata veloce nel quartiere. Decisamente di più se si decide di iscriversi (o si ritorna) in palestra, che si voglia smaltire qualche chilo di troppo o semplicemente scaricare lo stress del lavoro quotidiano sul tapis roulant. I prezzi sono diversi e il budget da mettere in conto può essere molto vario: un abbonamento annuale costa in media circa 440 euro, un trimestrale è intorno ai 157 euro, per un carnet di dieci ingressi si paga poco più di 100 euro.

A indagare i prezzi è Federconsumatori, che attraverso il suo Osservatorio nazionale ha realizzato la sua prima Indagine sui costi delle palestre, monitorando i prezzi applicate da un campione di strutture in tutta Italia. A titolo rappresentativo sono state prese in considerazione sei città: Milano, Torino, Roma, Firenze, Napoli e Palermo. Sono state rilevate le medie nazionali per l’abbonamento annuale, per il trimestrale, per il carnet da dieci ingressi e per la quota di iscrizione. Tutti si riferiscono alla formula  “open”, che prevede la possibilità di utilizzare la sala fitness e di seguire i corsi in tutti i giorni della settimana per l’intero orario di apertura della struttura. Spiega Federconsumatori: “La media nazionale per l’acquisto di un abbonamento annuale è di 437,5 euro; l’importo medio dell’iscrizione trimestrale è invece di 157,3 euro e chi si limita al carnet da 10 ingressi paga mediamente 101,60 euro”. A tali importi occorre aggiungere anche il costo per il certificato medico per attività sportiva non agonistica, spesso richiesto dalle palestre, che in media costa 35 euro. Altre 35 euro circa sono richieste per la quota iscrizione.

Se si guarda alla ripartizione Nord, Centro e Sud, emerge che i prezzi sono più bassi nelle città meridionali. Per un abbonamento annuale nelle città del Nord, ad esempio, si arrivano a spendere 95 euro in più rispetto al Sud (475 euro contro 380 euro) mentre la quota di iscrizione media ammonta a 40 euro sia al Nord che al Centro, mentre nel Meridione il costo medio è di 27 euro. L’abbonamento trimestrale costa in media 177 euro nelle città del Centro e poco meno di 130 euro al Sud; il carnet di dieci ingressi costa in media 112,50 euro al Nord e 91,50 euro al Sud. Qualche sconto però è possibile. Aggiunge Federconsumatori: “Quasi sempre palestre e centri sportivi prevedono agevolazioni sia sulle tariffe base delle iscrizioni che per la fruizione di altri servizi, come l’utilizzo del centro benessere o le consulenze individuali con personal trainer, nutrizionisti e osteopati. Sono frequenti, ad esempio, gli sconti per il rinnovo anticipato dell’abbonamento, per i soci che fanno iscrivere parenti e amici o per chi sottoscrive un abbonamento per un periodo prolungato. Spesso vengono inoltre applicate tariffe ridotte agli abbonati che frequentano la palestra solo in una determinata fascia oraria. Alcune strutture stipulano poi vere e proprie convenzioni, che consentono ai soci di usufruire di sconti e agevolazioni presso gli esercizi commerciali della zona”.

 

Condividi questo articolo