A Milano l'acqua del rubinetto diventa… Blu

Milano ha deciso di valorizzare l'acqua pubblica attraverso un marchio simbolico che ne garantisce la sicurezza e mettendo a disposizione dei cittadini un sito web grazie al quale è possibile consultare le analisi dell'acqua cittadina. Bere acqua del rubinetto è economico e ecologico e non può che rappresentare un importante passo del capoluogo lombardo verso un maggior rispetto dell'ambiente.

Ha inizio da oggi, giovedì 6 dicembre, la campagna di promozione dell'acqua pubblica della città di Milano, per la quale è stato prescelto il nome di Milano Blu. L'acqua potabile pubblica deve essere considerata come del vero oro blu, che non dovrebbe essere prima di tutto sprecato, né tantomeno sottovalutato.

Scegliere di portare in tavola ogni giorno una semplice caraffa contenente acqua del rubinetto può permettere alle famiglie di ridurre drasticamente la quantità di rifiuti prodotti tramite l'acquisto di acqua in bottiglia, oltre che di< B> risparmiare. Il portare relativo all'acqua di Milano contiene diverse informazioni utili per i cittadini, a partire dalle motivazioni per cui scegliere di bere acqua del rubinetto fino a tutto ciò che occorre sapere sui cicli di potabilizzazione e di depurazione dell'acqua che giunge in ogni casa, posto di lavoro o luogo pubblico.

Il progetto è nato in collaborazione con Metropolitana Milanese e permetterà ai cittadini di consultare direttamente dal web tramite uno sportello online alcune informazioni relative alla propria utenza, alle fatture o alla possibilità di modificare i propri dati anagrafici. Ora l'acqua di Milano ha un luogo tutto suo, nato per ricordare ai cittadini come essa sia perfettamente potabile e come possa costituire la scelta migliore dal punto di vista del rispetto dell'ambiente.

Una sezione del sito interessante non soltanto per i cittadini, ma anche per tutti coloro che visitano Milano per svago o per lavoro, vede la presenza di una mappa nata per raccogliere tutte le fontanelle di acqua potabile, chiamate anche “vedovelle”, presenti in città, in modo che ognuno sappia perfettamente dove poter fare il pieno alla propria borraccia in caso di bisogno.

E' possibile consultare online sia la mappa delle fontanelle milanesi che il portaledel progetto Milano Blu.

Marta Albè

Fonte: www.greenme.it

Condividi questo articolo