A TUTTO COLORE

I colori accesi sono una tentazione. Quante volte abbiamo immaginato le pareti di casa di un bel rosso vivo? Ma l'immaginazione potrebbe rivelarsi cattiva consigliera. Infatti una stanza intera tinteggiata con un colore forte, non solo potrebbe stufare col passare degli anni, ma potrebbe da subito risultare 'eccessiva', 'pesante'. Attenzione, non stiamo semplicemente parlando di colori caldi, ne' tanto meno di particolari modi di tinteggiare, per esempio spugnato o tamponato, ma di intere pareti monocrome in blu, rosso, verde, colori non sfumati, compatti e scioccanti.

L'effetto shock pero' non e' per forza di cose sinonimo di antiestetico. Per chi ama la psichedelia del verde oliva o del blu elettrico, c'e' una soluzione ad hoc. L'idea che vi proponiamo e' quella di concentrare il colore su di una parete o due – pareti adiacenti -, creando cosi' una 'macchia' che si distingue ed arreda. In una camera da letto – anche se in questo caso sarebbe meglio evitare tonalita' come il rosso e l'arancione perche' poco 'riposanti' – la parete destinata potrebbe essere quella della testata del letto; in un soggiorno invece un angolo arancio puo' accogliere la zona pranzo, tavolo e buffet per esempio. Attenzione pero' agli abbinamenti colore e mobili. Se rosso ed arancione ben si adattano a mobili di ogni genere, sono l'ideale sfondo per legni scuri, come un bel noce. Se invece amate il blu o il verde scuro – un verde oliva – preferite legni quali pino, faggio o betulla. Anche il nero risalta con pareti cosi' tinteggiate ma attenzione a non appesantire l'ambiente. Un consiglio: lasciate la parete colorata sgombra da quadri o altri oggetti, il colore e' gia' “importante” da se' e non crea l'effetto 'vuoto'. Se pero' proprio non potete farne a meno, optate per stampe con soggetti astratti – occhio ai colori! – oppure batik su tela – anche in questo caso fate attenzione ai colori del disegno.

Fonte: Casa dolce casa

Condividi questo articolo