Agevolazioni fiscali per i disabili

Le agevolazioni riguardanti Iva, Irpef, bollo auto e imposta sui passaggi di proprietà sono fruibili di norma anche da parte dei familiari del disabile (cioè: coniuge, fratelli, sorelle, suoceri, nuore e generi, adottanti, nonché figli e genitori, in mancanza dei quali subentrano i discendenti o ascendenti più prossimi), quando il disabile stesso sia da considerare a carico in base al proprio reddito personale complessivo. Fanno eccezione i casi specifici previsti dalla normativa e indicati in dettaglio dalla Guida.

L'Agenzia delle Entrate ha pubblicato una Guida alle agevolazioni fiscali per i disabili.

In base all'attuale normativa, le principale agevolazioni riguardano:

  • Figli a carico
  • Veicoli
  • Sussidi tecnici e informatici
  • Spese sanitarie
  • Assistenza personale
  • Abbattimento barriere architettoniche

Da ricordare che nell'anno 2009, in base al decreto legge 185/2008, convertito nella L. 2/2009 (misure anticrisi), è previsto un bonus per le famiglie a basso reddito, è possibile, cioè, usufruire di un beneficio nella misura di 1.000 euro se nel nucleo familiare vi sono figli a carico del richiedente portatori di handicap, riconosciuto come tale ai sensi della legge 104 del 1992 e il reddito complessivo familiare non è superiore ad euro 35.000.00.

Per i contribuenti con disabilità che non possono recarsi presso gli sportelli, l'Agenzia delle entrate ha attivato un servizio di assistenza fiscale domiciliare da parte di funzionari qualificati. Per usufruirne è possibile rivolgersi alle Associazioni che operano nel settore, ai servizi sociali degli enti locali, ai coordinatori del servizio delle Direzioni regionali dell'Agenzia.
Informazioni e chiarimenti si possono avere rivolgendosi ai centri di assistenza telefonica, al numero 848.800.444 dal lunedì al venerdì dalle alle 17, il sabato dalle 9 alle 13, oppure agli sportelli degli Uffici locali dell'Agenzia delle entrate.
Inoltre, è sul sito& lt;FONT color=#0000ff>www.agenziaentrate.gov.it   è on line una sezione apposita.

La Guida riporta, inoltre, i formulari per le autocertificazioni.

Fonte: Agenzia delle Entrate

Redazione Internet – Maddalena Baldi (m.baldi@governo.it)

Condividi questo articolo