Alimentazione Le spezie e le loro proprietà curative

Pizzicano ma fanno bene: peperoncino e zenzero, validi rimedi contro problemi cardiaci, disturbi gastrici e intestinali



Le spezie, che con i loro aromi profumano la nostra tavola, hanno una funzione molto importante nell'alimentazione perché, pur in piccole dosi, riescono a caratterizzare le pietanze, aggiungendo sapori particolari ed insoliti.
Le spezie, tra cui erbe aromatiche, bulbi, semi, rizomi vengono spesso utilizzate come semplici ingredienti in cucina ma in realtà i principi attivi in esse contenuti hanno anche grandi proprietà medicamentose.
Ad esempio tra quelle più largamente impiegate nella cucina orientale, la curcuma come il peperoncino, facilita la digestione mentre il coriandolo favorisce l'eliminazione dei gas intestinali ed il seme, masticato, stimola la secrezione dei succhi gastrici, ma può essere indigesto per chi soffre di disturbi all& apos;apparato digestivo.
Altre erbe aromatiche, utilizzate frequentemente anche in cucina sono: il rosmarino, che vanta proprietà medicinali note fin dall'antichità, ha una azione balsamica sulle vie respiratorie, regolarizza il flusso mestruale e combatte l'affaticamento mentale; la salvia il cui infuso è indicato per i bagni antireumatici ed è un ottimo tonico e stimolante e il finocchio che ha proprietà digestive, soprattutto contro il gonfiore post- prandiale, e diuretiche. Da non dimenticare la radice di zenzero di notevole efficacia nella cura delle coliche falutolente, ha proprietà stimolanti, antisettiche, toniche, mentre il cumino, usato comunemente in cucina nella preparazione del curry e come aromatizzante di sottaceti, liquori e coriandoli, va ricordato per le sua efficacia nella diarrea e nella dispepsia. E così, queste meravigliose erbe aromatiche e profumate spezie non solo danno quel tocco in più alle nostre pietanze ma, incredibilmente, hanno anche delle preziose proprietà curative.

di Roberta Chimento

Fonte: Tuoquotidiano

Condividi questo articolo