Allerta alimentare: i Nas di Bari sequestrano 3,5 tonnellate di cagliata

Nuova allerta alimentare. Il Ministero della salute ha fatto sapere che i Carabinieri dei Nas di Bari hanno sequestrato 3 tonnellate e mezzo di cagliata estera scaduta presso un’Azienda Casearia della Murgia Barese.

Nell’ambito di alcuni controlli per monitorare sia le condizioni igieniche delle attività legate alla lavorazione del latte e dei suoi derivati che il corretto utilizzo degli ingredienti, all’interno di un caseificio della murgia barese è stata sequestrata una grande quantità di cagliata di provenienza estera (tedesca e irlandese) poiché in parte presentava il termine minimo di conservazione abbondantemente superato.

Il prodotto inoltre si trovava, secondo il Ministero, in parte in pessimo stato di conservazione e congelata in assenza di specifiche procedure.

A far scattare i controlli sono stati i prezzi della vendita al dettaglio, considerati non compatibili con quelli della materia prima e della gestione del caseificio. Ciò ha impedito l’ulteriore immissione in commercio di prodotti caseari potenzialmente pericolosi per la salute per un valore di circa 90.000 euro.

Il titolare dell’attività, un 59enne di Bari, è stato deferito alla competente Autorità Giudiziaria per aver detenuto alimenti in cattivo stato di conservazione.

Francesca Mancuso

Fonte: greenme.it

Condividi questo articolo