Allerta: amianto nei thermos cinesi. Il Ministero della Salute li ritira dal mercato

Amianto nei thermos provenienti dalla Cina. Il Ministero della salute ha diramato due nuove allerte. I prodotti ritirati sono due termos da 0,75 e 0,35 litri con esterno in plastica, importati dalla società Galileo. Il rischio valutato dal Ministero è chimico-cancerogeno.

Il campionamento in entrambi i casi è stato svolto dai NAS di Treviso presso un esercizio commerciale di Caerano di San Marco.

Dopo aver effettuato dei controlli mediante microscopia elettronica a scansione, l’Agenzia Regionale Prevenzione e Protezione Ambientale del Veneto Dipartimento Provinciale di Verona, ha rilevato la presenza di amianto crisotilo e anfiboli.

Il materiale contenente amianto è formato da piccoli corpi di forma cilindrica di colore grigio biancastro costituiti da materiale fibroso compresso di amianto crisotilo, che si trova “nell’intercapedine del doppio involucro in vetro dei thermos, con funzione di distanziatori”.

Il rischio, secondo il Ministero è la liberazione di fibre di amianto (cancerogeno per inalazione classe 1 IARC) in caso di rottura del contenitore in vetro.

Il thermos da 0,75 l ritirato è caratterizzato dal codice 2176097 e ha codice a barre 8 029121760978.

Il secondo prodotto, sempre importato dalla Cina dalla società Galileo, è il thermos da 0,35 l. Anche in questo caso il contenitore è formato da piccoli corpi di forma cilindrica costituiti da materiale fibroso compresso di amianto crisotilo situati nell’intercapedine del doppio involucro in vetro dei thermos, con funzione di distanziatori.

Il thermos da 0,35 l ritirato è caratterizzato dal codice 2176095 e ha codice a barre 8 029121760954.

In entrambi i casi il Ministero della salute ha disposto il ritiro dal mercato mentre i Nas hanno effettuato la segnalazione alla procura di Venezia.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Francesca Mancuso

Condividi questo articolo